STASERA IN TV

Piero Angela compie 92 anni e torna sulla Rai con un nuovo programma: «Ragazzi questo secolo è vostro»

Martedì 22 Dicembre 2020
Piero Angela compie 92 anni e torna su Rai Premium con il nuovo programma «Prepararsi al Futuro»

Piero Angela spegne 92 candeline e torna in televisione con «Prepararsi al futuro». Dal 17 dicembre, infatti, il programma del divulgatore televisivo è in onda su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre) e prodotto da Rai per il Sociale. Il programma sarà incentrato su quattro puntante dove verranno affrontati diversi temi, dal clima al progresso tecnologico, dall'indice demografico ai problemi climatici. Cronista radiofononico prima, conduttore scientifico e televisivo dopo, Piero Angela appartiene a quella categoria di divulgatori che - a distanza di quasi 40 anni dalla nascita del popolare «Quark» non smette di sorprendere e di attrarre.

Alberto Angela: «Ho rischiato di morire per una tempesta in mare, cantavo per darmi forza»

Il programma

Secondo Piero Angela, il nuovo programma nasce con l'intento di collegare i giovani strudenti con i grandi innovatori del passato: «Prepararsi al Futuro è un programma molto particolare nasce da un'idea che avevo avuto qualche tempo fa, e cioè quella di far incontrare gli studenti con grandi personaggi di ogni campo: scienziati, economisti, storici, demografi, tecnologi, filosofi. E aprire un dialogo sui grandi temi del mondo moderno, soprattutto pensando al futuro». Ed è proprio per i giovani che sono stati organizzati degli incontri tra i 400 ragazzi del Politecnico di Torino e delle scuole, e gli esperti suggeriti da Angela.

Piero Angela torna con Superquark: su Rai1 natura, scienza, storia e tecnologia

Video

Che ha anche presentato ai ragazzi l'iniziativa: «Cari ragazzi, il nuovo secolo che stiamo vivendo è vostro. Nel 2050, un anno che sembra così lontano, voi sarete dei giovani 40/50enni. Nel 2090, che sembra lontanissimo, avrete meno dell'età che ho io oggi. Sarà un secolo pieno di cambiamenti e sinceramente mi spiace di non poter vedere tutto quello che succederà: grandi problemi, certo, ma anche grandi innovazioni e tante opportunità. Molti di voi diventeranno classi dirigenti di domani. E mi auguro (e ve lo auguro sinceramente) che avrete la saggezza di guidare uno sviluppo equilibrato e sostenibile. Per questa ragione è importante essere informati e motivati. In questo senso il Prepararsi al Futuro vuole essere un piccolo manuale di sopravvivenza. La conoscenza è infatti il miglior strumento per valutare e decidere. Quindi: buon viaggio!».

5G, Vodafone abbatte le distanze: Piero Angela da Roma a Milano

Ideato dal divulgatore stesso, «Prepararsi al Futuro» è stato realizzato con il supporto di Francesco Profumo e della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, di cui è Presidente, del Politecnico di Torino e dell'Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA