Pechino Express, vincono le Collegiali: secondo Enzo Miccio con i Wedding Planner

Mercoledì 15 Aprile 2020 di Silvia Natella
Pechino Express, vincono le Collegiali: secondo Enzo Miccio con i Wedding Planner  - Foto Daniele mignardi

L'ottava edizione di Pechino Express ha i suoi vincitori. Ieri sera su Rai due è andata in onda la finale che ha decretato la vittoria delle Collegiali, le concorrenti più giovani. In gara erano rimaste tre coppie. Le ragazze note al pubblico televisivo per il programma Il Collegio hanno gareggiato con le Top e i fortissimi Wedding Planner. Nicole e Jennifer sono riuscite a battere Enzo Miccio e la sua assistente all'ultimissima tappa, nel Parco Olimpico della capitale della Corea del Sud. Le Top sono arrivate terze.

Le ragazze di Non è la RAI dopo 29 anni: come sono cambiate e cosa fanno oggi

Costantino della Gherardesca: «Dopo Pechino Express uno show sulle tv di tutto il mondo»
 


Il viaggio è durato ben settemila chilometri. Tre i Paesi attraversati durante l'adventure game:  la Thailandia, la Cina e la Corea del Sud. La coppia vincitrice si è aggiudicata un premio in denaro da devolvere all'ONG OVCI - La nostra famiglia (Organismo di Volontariato per la cooperazione internazionale) che opera con i suoi volontari nei Paesi visitati da questa edizione.


   
«Occhi gonfi e nessuna parola. Grazie Pechino. Grazie Enzo per aver fatto una gara incredibile all’insegna del cambiamento. Grazie Carolina per essere la splendida persona che hai dimostrato di essere. Grazie Jennifer, senza di te non sarebbe esistito nessun Pechino», ha scritto a caldo su Instagram una delle vincitrici, Nicole Rossi.

"Pechino Express. Le stagioni dell'Oriente" è anche sul web: sarà possibile commentare e trovare video inediti sulle pagine social ufficiali di Pechino Express e di Rai2 (Instagram, Facebook e Twitter), e rivedere la puntata, foto e contenuti extra su Raiplay www.raiplay.it e sul canale YouTube di Raiplay.
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani