Verissimo, Nino D'Angelo: «Mi hanno sparato dentro casa. Mia moglie? Rimase incinta a 15 anni»

«Mi sono offeso, non mi sono spaventato: era un’estorsione, volevano i soldi e io non me lo aspettavo»

Verissimo, Nino D'Angelo: «Mi hanno sparato dentro casa. Mia moglie? Rimase incinta a 15 anni»
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Novembre 2021, 19:23

Nino D'Angelo si racconta a Verissimo. Il cantautore partenopeo ha ricordato con Silvia Toffanin uno dei momenti più brutti della sua vita: quando, a causa della criminalità organizzata, fu costretto a lasciare la sua Napoli. «Mi sono offeso, non mi sono spaventato - ha detto Nino D'Angelo -. Hanno sparato in casa mia circa quarant’anni fa. Era un’estorsione, volevano i soldi e io non me lo aspettavo. Venivo dal niente, ho sempre aiutato chi mi ha chiesto una mano. Mia moglie era spaventata, voleva andare via, avevo i figli piccoli. Non potevo mettere a rischio la mia famiglia».

Nino d'Angelo e il racconto della depressione a Domenica In: «Un giorno mi sono svegliato e ho visto mio figlio grande»

Nino D'Angelo, la depressione e il matrimonio con la moglie Annamaria

L'artista napoletano racconta anche del difficile momento vissuto a causa della depressione: «Vivere in modo improvvisato non è vivere. Il primo lockdown l’ho vissuto molto male, non avevo alcuna intenzione di scrivere canzoni. Pensavo solo a far stare bene la famiglia, soprattutto i miei figli. Poi ho visto il murales che mi hanno dedicato e quel gesto mi ha spronato a fare questo disco che è stato il più difficile della mia carriera. Scrivere di vita quando vicino a te c’è la morte è complicato».

Nino D’Angelo ha poi parlato del matrimonio con sua moglie Annamaria, con cui è sposato da 42 anni: «L’ho conosciuta quando avevo 11 anni - ha detto commosso - Il papà mi ha sentito cantare, mi ha preso dalla strada e mi ha portato a casa sua. Io mi ero fidanzato di nascosto con sua figlia e sotto certi aspetti l’ho tradito. Annamaria è rimasta incinta a 15 anni, abbiamo fatto la fuitina e poi il matrimonio. Ho fatto un tour dei parenti e con i soldi che ci hanno regalato abbiamo organizzato tutto. Sono scappato tante volta dalle cose brutte ma stavolta sono scappato con il vero amore. Per lei, mentre la guardavo pulire, ho scritto “Nu jeans e na maglietta”, la canzone della mia vita che ci ha fatto diventare ricchi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA