MASSIMO CANNOLETTA

L'Eredità, Massimo Cannoletta elimina Marco ma non arriva alla Ghigliottina: appuntamento a domani

Venerdì 18 Dicembre 2020
L'Eredità, Massimo Cannoletta elimina Marco ma non arriva alla Ghigliottina. Il giovane Simone vince 18.750 euro

Massimo Cannoletta manca la Ghigliottina all'Eredità e si ferma al Triello. Ma domani tornerà in gara. È Simone il nuovo campione della trasmissione di Raiuno, che vince la sua prima Ghigliottina, pari a 18.750 euro. Il divulgatore leccese, vincitore di oltre 250 mila euro, arriva al Triello eliminando l'ex campione Marco, che è stato comunque protagonista della partita e ha regalato al pubblico dei momenti di nostalgia, raccogliendo il saluto dello stesso rivale Cannoletta. Poi, ricordando Fabrizio Frizzi, Marco è uscito di scena.

L'Eredità, Cannoletta sbaglia e non va alla Ghigliottina. Arrivederci a Rosanna, chi è

La puntata

Serata divertente con Francesco, Chiara, Simone, i due bravissimi (ex) campioni Marco e Massimo Cannoletta, insieme a Alessandra. La campionessa in carica, reduce di due Ghigliottine consecutive, stasera è uscita quasi subito - e definitivamente - dal gioco. «Massimo, quando te vedo sto bene» esordisce Insinna quando Cannoletta gli chiede come va. «Allora ti porto in viaggio con me» ribatte il campione leccese: «Ti piacciono i Pampacioni? Sono queste cipolle un po' aspre: quando vieni a trovarmi in Salento, ti porto a mangiare». «Ti avverto che la mia orchestra mangia come un esercito», avverte Insinna scherzosamente. La sfida prosegue poi con uno scontro diretto tra Massimo e Marco, ben prima del Triello, incentrato sulle parole a tempo: uno scontro tra i due campioni, entrambi molto in serata. Una battaglia degna di Italia-Germania, ma alla fine Massimo Cannoletta resta, e Marco viene eliminato definitivamente.

L'Eredità, Massimo Cannoletta e l'ex campione perdono al Triello: alla Ghigliottina va Alessandra

La dedica

Lo scontro diretto ha impedito a Marco di arrivare al Triello, al contrario delle scorse puntate: Massimo resta in sella, ma regala qualche attimo di nostalgia. Lo stesso Insinna e lo studio gli hanno dedicato un lungo applauso: «Marco, poteva succedere...» aggiunge il conduttore di Rai 1 quasi sconsolato. E al momento dei saluti, Marco ha chiesto a Insinna se poteva dedicare un applauso al compianto e amato Fabrizio Frizzi, scomparso nel 2018. Toccato, Insinna lo ha accontentato e poi ha aggiunto: «Aspetta, ti faccio anche presentare il Tg1, che andrà in onda tra poco».

 

Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre, 07:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche