Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Isola, bufera sul reality condotto da Alessia Marcuzzi: «Aiutano Soleil Sorgè a vincere»

Isola, bufera sul reality condotto da Alessia Marcuzzi: «Aiutano Soleil Sorgè a vincere» (ufficio stampa Magnolia)
di Emiliana Costa
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Febbraio 2019, 17:17 - Ultimo aggiornamento: 21:01

Bufera sull'Isola dei Famosi. Pare sia scoppiato un caso social sul programma condotto da Alessia Marcuzzi. Gli utenti di Twitter avrebbero segnalato delle presunte irregolarità avvenute nel corso della prova del fuoco, nell'ultima puntata dell'Isola. E le presunte irregolarità andrebbero a vantaggio di Soleil Sorgè. Ma andiamo con ordine.

Soleil ha vinto la prova del fuoco contro Aaron Nielsen ed è diventata leader della settimana. Portando con sé sull'Isla Bonita il nuovo "flirt" Jeremias. Tuttavia, su Twitter sarebbe esploso un vero e proprio caso. Gli utenti, mettendo a confronto gli screen della prova del fuoco di Soleil e di Aaron, avrebbero gridato al complotto. «Che pagliacciata la fiamma di Soleil era la metà di quella di Aron», è solo uno dei messaggi in merito alla questione.



Non è tutto. Alberto Dandolo su Dagospia avrebbe svelato un  presunto retroscena: «Soleil ha una missione precisa impostale dalla sua agenzia di management: creare dinamiche porcine, fare assai casino e fomentare gli stantii ormoni del suo compagno di agenzia Bettarini Stefano e agitare quel che resta del testosterone di Jeremias Rodriguez, naufrago che con la bombastica Sorge ha in comune i procacciatori di contratti e di sponsor».

Insomma, che sia una storia d'amore un po' forzata a favore di audience? Staremo a vedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA