"Don't Look Up", una parata di star per il disaster movie sull'ambiente

"Don't Look Up", una parata di star per il distaser movie sull'ambiente
di Leonardo Jattarelli
5 Minuti di Lettura
Martedì 28 Dicembre 2021, 14:58 - Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre, 13:09

E’ già cult anche se è arrivato su Netflix soltanto il 24 dicembre scorso: si parla molto di questo film, è diventato argomento di discussione anche sui social: perché? Perchè Don’t Look Up non è soltanto un film ma contiene un messaggio politico e sociale deflagrante sul nostro mondo, sull’ambiente, sul potere della politica, sull’immobilismo delle megaindustrie, su come ci sentiamo noi tutti in balìa del disastro. Un vero e proprio disaster movie infatti, quello di Adam McKay, arrivato in sala l’8 dicembre e sbarcato sulla piattaforma pochi giorni dopo; la domanda al centro del film è: che succederebbe se una cometa grande come l’Everest fosse in viaggio nel cosmo, pronta a schiantarsi sulla Terra distruggendo ogni forma di vita? Il film racconta l’enorme “crociata” mediatica di due astronomi che cercano di avvisare l’umanità dell’avvicinamento della cometa destinata a distruggere il nostro pianeta.

Ma uno dei punti di forza di Don’t Look Up è la sua parata di stelle, dove emergono i premi Oscar Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Meryl Streep. La frase “Don’t Look Up”, ovvero “Non guardate sopra” viene spesso ripetuto all’interno del film, ed è infatti lo slogan che utilizza il Presidente Jean Orlean (la Streep) per portare avanti la sua campagna presidenziale contro gli scienziati interpretati da DiCaprio e la Lawrence.
La Orlean non crede all’esistenza della cometa in prossimità della Terra, perciò invita i suoi sostenitori a non alzare lo sguardo al cielo.

Di Caprio ha voluto spiegare il messaggio del film: per l’attore si tratta di un ritratto della cultura moderna che verte sulla nostra incapacità generalizzata di ascoltare le verità scientifiche. Ma non si parla di problematiche legate alla pandemia attualmente in corso, quanto in maniera sarcastica e sotto forma di satira anche divertente, delle modalità con cui i governi del mondo stanno reagendo a problematiche ritenute ancora più urgenti, tra queste il cambiamento climatico, che rischiano di portare l’umanità all’estinzione.
L’attore, noto per il suo impegno sociale, sottolinea ancora una volta la tendenza di chi governa a nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere, nonostante gli effetti devastanti del cambiamento climatico in atto possano essere sperimentati ogni giorno.

LA STORIA 
La studentessa di astronomia Kate Dibiasky scopre l’esistenza di una cometa non ancora identificata. Il suo professore, Randall Mindy, calcolandone la traiettoria, si accorge che il corpo celeste colpirà in pieno la Terra in circa sei mesi e che le sue dimensioni sono tali da comportare la distruzione completa di qualsiasi forma di vita sul pianeta e anche ulteriori verifiche successive confermano il calcolo del professore. 
I due quindi, insieme al funzionario governativo Teddy Oglethorpe che si occupa proprio di eventuali pericoli di questo tipo, si recano subito alla Casa Bianca per cercare di evitare la catastrofe, ma la presidente degli Stati Uniti Janie Orlean non ha alcuna intenzione di occuparsene, presa dai suoi calcoli elettorali e impone di mantenere segreta la notizia.

Randall, Kate e Teddy decidono di disobbedire e tentano di informare la cittadinanza attraverso un popolarissimo programma televisivo condotto da Brie Evantee e Jack Bremmer: Kate però, irritata per il tono troppo leggero e scettico con cui la notizia viene trattata durante la trasmissione, esplode in escandescenze in diretta, perdendo qualsiasi credibilità e diventando anche lo zimbello del web. Le cose cambiano quando la Presidente Orlean resta coinvolta in uno scandalo a luci rosse e per deviare l’attenzione decide finalmente di occuparsi del pericolo annunciato dai tre astronomi, assegnando a Randall il ruolo di scienziato di riferimento ufficiale per tranquillizzare la popolazione e al tempo stesso farla diventare l’eroina che salverà il mondo. Randall acquista quindi una vasta popolarità anche grazie al sostegno di Brie, che diventa sua amante e lo allontana dalla moglie.

LA CATASTROFE
La notizia della catastrofe imminente viene comunicata al mondo in maniera spettacolare e viene organizzato con gran clamore mediatico il lancio di una flotta di astronavi e missili per colpire e deviare la cometa, salvando il pianeta. L’operazione viene però annullata subito dopo il suo avvio quando l’imprenditore Peter Isherwell, fondatore e amministratore di un’azienda di alta tecnologia che realizza prodotti di successo basati sull’intelligenza artificiale e anche uno dei maggiori finanziatori della Presidente, annuncia che il nucleo della cometa è ricchissimo di materiali rari preziosi, fondamentali per le tecnologie cellulari, e che il ritorno economico che potrebbe derivarne per gli Stati Uniti sarebbe così cospicuo da valere la pena di sfruttare l’occasione. Si organizza quindi un piano alternativo, basato sulle tecnologie sviluppate da Isherwell, che prevede di frantumare la cometa in piccoli meteoriti innocui per poi sfruttarne commercialmente i materiali, una volta recuperati....
Il resto vogliamo tenerlo per noi, rischio spoiler.

© RIPRODUZIONE RISERVATA