GFVIP

Alda D’Eusanio dopo GFVip: «Chiedo solo rispetto». Scuse a Laura Pausini e rabbia verso Mediaset

Domenica 14 Marzo 2021
Alda D Eusanio dopo GFVip: «Chiedo solo rispetto». Scuse a Laura Pausini e rabbia verso Mediaset

È una lotta per riabilitare la sua dignità, quella che il noto volto tv Alda D’Eusanio ha appena intrapreso contro Mediaset, rea secondo la giornalista di non averla protetta all’interno del Grande Fratello Vip e, addirittura, di averla cancellata imponendo a tutti i suoi colleghi di qualsiasi salotto, finanche il divieto a nominarla. A raccogliere lo sfogo dell’opinionista in forza a Barbara D’Urso prima dell’ingresso nella casa, è il Settimanale Nuovo, che riepiloga la scomoda vicenda di cui D’Eusanio si è resa protagonista. Una impasse generatasi tra le mura più spiate d’Italia, in cui Alda si è lasciata andare dimenticandosi delle telecamere, dando seguito a voci di corridoio sulla coppia Laura Pausini-Paolo Carta, alludendo a comportamenti violenti da parte del musicista nei confronti della cantante.

«È stato un grave errore e ne sono consapevole, oltre che pentita, ma Mediaset non mi ha protetta e non mi ha dato modo di scusarmi pubblicamente. Perché a pubbliche offese devono rispondere pubbliche scuse», dichiara la giornalista raggiunta da Il Messaggero, a cui aggiunge: «È strano come prima del GFVip, per cui sono stata più volte cercata, potessi apparire sulla rete mentre ora sono innominabile. Non è giusto, è come se io non fossi mai esistita. Chiedo solo rispetto, rivoglio la mia dignità», conclude.

Grande Fratello Vip, Adriano Aragozzini querela Alda D'Eusanio: «Un milione di euro di danni per calunnie». Ecco perché

Una vicenda spinosa quella che si va delineando, poiché la giornalista di fatto, sembra non aver violato alcun punto del regolamento che, a quanto si sa, contempla l'espulsione in casi di «Razzismo, omofobia e blasfemia. E io non ho fatto nulla di tutto ciò», precisa D’Eusanio, che è pronta ad impugnare il fatto, per ripristinare un equilibrio che in questa storia pare sbilanciato contro di lei. «Sarebbe stato giusto proteggermi, anche perché i miei certificati medici sono entrati nella casa prima di me», sottolinea al settimanale il volto TV che, nel 2012, è stata vittima di un grave incidente per cui è stata oltre un mese in coma. “Viva per miracolo”, come spesso le ripetono gli specialisti con cui è stata ed è tutt’ora in cura. A seguito dell’incidente infatti, Alda ha visto compromettersi la memoria cognitiva ed il controllo dei freni inibitori, motivo per cui, sin dal suo ingresso nella casa, ha tenuto a specificare al conduttore Alfonso Signorini durante la prima diretta, che spesso si sente come una bambina di 9 anni, pronta a rispondere e parlare senza freno.

«Non mi pento mai delle mie azioni ma, tornassi indietro, non entrerei in quella casa. Trovo anche ingiusto che il mio infelice “scivolone” sia stato trattato in modo diverso, con più durezza», dichiara D’Eusanio in riferimento a come la rete invece si è mossa, nei confronti della coppia Adua del Vesco e Massimiliano Morra. Durante il programma infatti, i due giovani attori convinti di essere a riparo dalle telecamere, hanno proclamato parole pesanti sulla casa di produzione di cui sono stati entrambi parte, casa di produzione che, in molti, hanno ricondotto alla Ares Film di Alberto Tarallo e Teodosio Losito e per cui nelle ultime ore è scoppiato il caso Ares Gate, a seguito dell'apertura di un’inchiesta per istigazione al suicidio dopo la morte di Losito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA