Blanca, l'eroina non vedente che piace a tutti. La protagonista: «Bocelli mi ha aiutato moltissimo»

Blanca, l'eroina non vedente che piace a tutti. La protagonista: «Bocelli mi ha aiutato moltissimo»
3 Minuti di Lettura
Martedì 7 Dicembre 2021, 10:50 - Ultimo aggiornamento: 12:46

Ieri sera è stata la fiction più vista: 5.235.000 telespettatori, pari al 24.2% di share. E' stata premiata con il "DQ Craft Award" per essere una delle produzioni più innovative a livello globale nel 2021. "Blanca", la nuova serie crime prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, supera ogni previsione. La fiction che trasforma la disabilità in un super potere racconta lo straordinario viaggio di una giovane donna non vedente che ha la possibilità di realizzare il sogno di diventare una consulente della polizia.

Dotata di un intuito fuori dal comune, autoironia e sarcasmo noir, Blanca è un personaggio forte che non si ferma davanti a niente. «E' una persona che può fare tutto - ha spiegato Maria Chiara Giannetta, 29 anni, l'attrice che la interpreta - è una figura battagliera che cerca di eliminare la parola normalità per utilizzare la parola diversità in modo differente. Questa serie mi ha permesso di avviare un percorso di sensibilizzazione sulla disabilità».

Bocelli consulente speciale

E per farlo si è preparata moltissmo. Non solo documentandosi. Maria Chiara ha avuto un maestro fondamentale: Andrea Bocelli che l'ha guidata nel mondo dei non vedenti. «La lezione fondamentale trasmessa dal Maestro è stata quella di affrontare le sfide di ogni giorno con spirito “combattivo”, lottando per vivere una condizione di “normalità”», dicono dalla produzione. «Ci ha ricordato, per esempio, che sin da bambino ha imparato ad andare in bicicletta e a cavallo. E, da adulto, addirittura a lanciarsi con il paracadute. Nessuna compassione per la propria condizione, ma tanta voglia di farcela, prendendosi in giro quando serve con una grande dose di autoironia, tratti del carattere che sono fondamentali anche del personaggio di Blanca».

La Giannetta ha fatto un lavoro importante sul corpo, a partire dalla camminata e dal movimento delle mani. Per essere credibile nel ruolo, ha provato anche a cucinare bendata a casa sua.

Video

L'olofonia, cos'è

Blanca è la prima serie televisiva ad aver utilizzato una speciale tecnica di registrazione del suono, l’olofonia. Cioè un modo di riprodurlo in modo simile a come viene percepito dall’apparato uditivo umano: ascoltando la serie con semplici cuffiette, per lo spettatore sarà come essere al posto di Blanca, sentire come lei sente e ricostruisce il mondo.

«Blanca è una serie italiana che però guarda al mondo - ha dichiarato il produttore Luca Bernabei - E lo fa attraverso gli occhi di una ragazza che non vede, ma che trasforma questa disabilità in un super potere, creando un mondo pieno di colore e speranza. Blanca ci fa capire che noi tutti abbiamo delle mancanze, ma sono proprio queste mancanze a renderci speciali, unici e forti. Non vi nascondo che - continua - mi sono commosso vedendo il promo di Blanca sul palco del C21. Perché ho pensato a quanto tutti noi abbiamo lavorato per realizzare questa serie: nuove tecniche, musiche pazzesche, popolarità e complessità della scrittura, temi forti trattati con leggerezza, calore ed umanità»

© RIPRODUZIONE RISERVATA