Addio a Windows 7, non ci saranno più aggiornamenti: pc a rischio

Venerdì 17 Gennaio 2020

Dal 14 gennaio Microsoft mette in soffitta Windows 7. Lo storico sistema operativo nato nel 2009 dirà addio agli aggiornamenti, mettendo a rischio coloro che non cambieranno l'"anima" del proprio computer. A partire dal 14 gennaio - come già annunciato - la casa di Redmond non rilascerà più aggiornamenti tecnologici e di sicurezza. L'unico modo per continuare a riceverli e passare ad un programma a pagamento riservato però alle imprese che sopravviverà fino al 2023. Tutti gli altri utenti devono passare al sistema operativo Windows 10.

Whatsapp eliminato dal alcuni telefonini

Secondo StatCounter ad oggi Windows 7 è ancora presente sul 26,79% dei computer in circolazione prendendo in considerazione le piattaforme desktop. L'interruzione del supporto non significa che i computer smetteranno di funzionare, ma che saranno vulnerabili a virus e malware. Per essere protetti, i consumatori possono passare al sistema operativo più recente, cioè Windows 10 che si può scaricare su una pagina apposita del sito Microsoft che si chiama, appunto, Scarica Windows 10. Chi da domani 15 gennaio continuerà ad usare Windows 7, vedrà una notifica grande, a schermo intero.

Ultimo aggiornamento: 12:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma