WhatsApp, nuova funzione per recuperare spazio e cancellare le chat archiviate

Sabato 7 Novembre 2020 di Paolo Travisi
WhatsApp, nuova funzione per recuperare spazio e cancellare le chat archiviate

Whatsapp croce e delizia degli smartphone-dipendenti. Quante volte siete stati costretti a controllare ogni singola chat per liberare spazio prezioso sul vostro telefono? Se la risposta è "tante", la nuova funzione dell'app di instant messaging, potrebbe tornarvi molto utile. Basta scaricare l'ultima versone (quando disponibile), per sapere quale file multimediale, foto, video, chato audio, gif o documenti, occupa maggior spazio in percentuale.

Gli sviluppatori di Whatsapp, che ogni 60 secondi fa girare qualcosa come 41 milioni di messaggi nel mondo, stanno testando la funzione per liberare spazio sul dispositivo in maniera più rapida ed efficace. Un esempio. Tra i messaggi multimediali, maggiormente video e foto, inviati ed inoltrati chissà quante volte, la nuova opzione riconosce che non è un contenuto proprio, quindi permette di accedervi per eliminarla più velocemente. Per tutto il resto, l'utente potrà verificare i file più grandi e cancellarli dalla memoria del telefono.

 

Whatsapp web, in arrivo chiamate e videochiamate di gruppo anche su pc

Luna, in partenza sonda cinese per raccogliere campioni di terreno e riportarli sulla Terra Mappa

 

 

 

<h2>Il video</h2>

 

In che modo? Se avete visto il video qui sopra, vi siete già fatti un'idea. Comunque nulla di complicato. Non appena disponibile, basterà aprire le impostazioni di WhatsApp e seguire questo percorso: Impostazioni > Utilizzo spazio e dati > Gestisci spazio, per visualizzare i media da eliminare. Il filmato mostra la versione Android dell’app, ma lo stesso modo di cancellare i dati arriverà anche per il mondo Apple. Inoltre, da questa sezione si potranno raggruppare i file per dimensione - quando più grandi di 5 MB - oppure sfogliare le anteprime dei file prima di cancellarli.

<blockquote class="embedly-card"><h4><a href="https://www.ilmessaggero.it/politica/dpcm_zone_rosse_gialle_arancioni_covid_regioni_quali_sono_dati_cosa_si_puo_fare_news-5570470.html">Zone rosse, gialle e arancioni: Regioni in ritardo, il pasticcio dei numeri inattendibili</a></h4><p>Il dubbio che si stesse scoperchiando il vaso di Pandora ha preso a diffondersi mercoledì mattina. Il 4 di novembre, mentre il Dpcm aveva ormai assunto una forma definitiva, i numeri che avrebbero dovuto alimentare l'algoritmo - la formula con i famosi 21 indici a cui è demandata la responsabilità di "colorare" l'Italia dividendola in fasce di rischio - tardavano ad arrivare.</p></blockquote>
<script async src="//cdn.embedly.com/widgets/platform.js" charset="UTF-8"></script>

<div class="flourish-embed flourish-bar-chart-race" data-src="visualisation/2178601" data-url="https://flo.uri.sh/visualisation/2178601/embed" aria-label=""><script src="https://public.flourish.studio/resources/embed.js"></script></div>

© RIPRODUZIONE RISERVATA