Un software distingue i cervelli di uomo e scimmia

Un software distingue i cervelli di uomo e scimmia
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 23 Gennaio 2019, 12:25

Scoperto il software che fa la differenza tra il cervello umano e quello delle scimmie: permette una maggiore forza nella sincronizzazione dei segnali prodotti dai neuroni. La scoperta, pubblicata sulla rivista Cell, potrebbe spiegare la maggiore suscettibilità umana a disordini psichiatrici. È stata condotta dal gruppo dell'Istituto israeliano Weizmann guidato da Rony Paz, e da quello dell'Università della California a Los Angeles guidato da Itzhak Fried. I ricercatori hanno individuato il software che fa la differenza tracciando l'attività di singoli neuroni di sette individui con l'epilessia e hanno poi confrontato i dati con quelli raccolti in cinque scimmie.

I NEURONI
Complessivamente sono stati analizzati 750 neuroni. Le aree cerebrali interessate sono state due: l'amigdala, una zona primitiva legata ai comportamenti più istintivi come sfuggire a un predatore, e la corteccia del cingolo, più evoluta e legata all'apprendimento e alle funzioni cognitive superiori. «Ci sono evidenti differenze nel comportamento e nella psicologia degli esseri umani rispetto agli altri primati», hanno spiegato gli autori della ricerca. «Finora queste differenze erano state associate a diversità anatomiche, adesso - hanno concluso - iniziamo a tradurle in differenze di segnali cerebrali, di biologia del cervello». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA