Seta, ricercatori cinesi creano tessuti che si restringono con l'umidità e poi tornano normali

Sabato 20 Aprile 2019
Una volta solo elegante e comodo, adesso sembra destinato a diventare anche un vestiario «intelligente». Un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Advanced Functional Materials rivela come un gruppo di scienziati cinesi abbia potuto ricavare dalla seta da baco un tessuto in grado di stringersi o allargarsi a contatto con l'umidità. La ricerca spiega che le maniche di un indumento fatto di questo nuovo tessuto potrebbero stringersi del 45% se messe a contatto con umidità o sudore, tornando poi alla lunghezza originaria negli ambienti asciutti.

Questa caratteristica è dovuta a una fibra muscolare artificiale sviluppata da ricercatori della Nankai University di Tianjin. Il materiale riproduce il comportamento dei muscoli organici e può contrarre, espandere o roteare una propria componente, in maniera poi reversibile, se sollecitata da fattori esterni, quali impulsi elettrici, sbalzi di temperatura, umidità e luce. In questo caso la fibra muscolare artificiale è realizzata con la seta da baco perché si tratta di una fibra economica, comoda e in grado di assorbire bene l'acqua. I ricercatori ritengono che il tessuto della seta possa portare ad ampi sviluppi futuri. «Visto che la seta è abbondante ed efficiente, il tessuto della seta potrebbe aprire la strada a nuove possibilità nella robotica tessile, nella medicina e nella robotica», ha detto Liu Zunfeng, a capo dello studio. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma