Samsung, misterioso messaggio notturno sui cellulari di tutto il mondo: «Partito per errore»

Giovedì 20 Febbraio 2020 di Riccardo De Palo
1
Samsung, misterioso messaggio notturno sui cellulari di tutto il mondo: «Partito per errore»

Un misterioso messaggio è stato ricevuto la notte scorsa da molti smartphone e tablet Samsung, un messaggio push inviato dall’app “Trova dispositivo personale” con un "1" ripetuto due volte. Molti utenti si sono chiesti di cosa si trattasse, e c'è chi - svegliatosi di soprassalto per la notifica - si è chiesto se il proprio cellulare fosse stato hackerato, oppure che qualcuno cercasse di geolocalizzarlo. Gli hashtag #FindMyMobile e  #Samsung sono diventati virali. Tra i dispositivi interessati, molti Galaxy di ultima generazione (compreso quello di chi scrive, un Samsung Note).
 

Poi è arrivata la spiegazione della ditta coreana (nulla di ufficiale, solo un messaggio sui social), che ha spiegato di avere diramato un messaggio di allerta "per errore" nel corso di un test tecnico. Alcuni, come nel tweet che segue, si sono spaventati. «Trova dispositivo personale - Ho ricevuto questo messaggio, mi sono spaventata pensavo che qualcuno mi stesse tracciando ma sembra che migliaia di persone siano nella stessa situazione» 
   
Molti altri tweet di utenti disorientati si sono succeduti nel corso della giornata. Si tratta forse di un avvertimento? Qualcuno sta usando il telefono a mia insaputa? Sono stato sbattuto fuori dalla rete cellulare, oppure da Internet? Qualcosa di simile era successo ai cellulari OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro; erano ancora più misteriosi, perché il messaggio era scritto in cinese. Nel caso in questione, a stretto giro di tweet è arrivata la risposta di Samsung UK: «Nessun problema sui vostri dispositivi, il messaggio è partito per errore durante dei test interni».

 


Nei fatti, forse non sapremo mai a cosa stavano lavorando i tecnici della casa coreana, quando il messaggio di allerta è sfuggito loro di mano. La app in questione, da cui è partito il messaggio per errore, consentirebbe comunque di: localizzare i dispositivi, effettuare backup o cancellare dati, bloccare lo schermo o impedire l'accesso a Samsung Pay (ovviamente in casi di furto, attività fraudolenta o consimili, quando si voglia rintracciare il proprio cellulare). L'inconveniente, ovvero il bug, non avrebbe però avuto alcun effetto sui dispositivi colpiti. Ma queste funzioni le può utilizzare soltanto chi possiede il telefono, oppure qualcun altro potrebbe usarle a nostra insaputa? 

Samsung, lo smartphone degli Oscar: ecco il nuovo pieghevole Flip Z e la serie Galaxy S20

Qualcuno, in un forum Samsung Usa, ha fatto notare non solo di non avere mai usato la app "incriminata", ma di non sapere neanche che fosse installata sul suo telefono. 
Di certo, l'accaduto sarebbe di grande ispirazione per un autore di thriller. E come al solito, molti si aspettano che arrivino le solite teorie del complotto. Più o meno plausibili. Come questa, scherzosa: cercano di leggerci nella mente? 
 


 

Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA