Realtà virtuale, a Trieste il Festival dei corti: tredici opere in concorso

Lunedì 1 Luglio 2019
La Realtà Virtuale torna a Trieste. Si chiama ShorTS International Film Festival ed è ventesima edizione dell'evento cinematografico in programma fino al 6 luglio nel capoluogo giuliano. Ancora una volta spazio alla gara tra  corti denominata ShorTS Virtual Reality, interamente dedicata ai corti girati in realtà virtuale e realizzata in collaborazione con proEsof e l’Osservatorio Astronomico di Trieste.

MANIFESTAZIONE AL VIA
Taglio del nastro martedì 2 luglio al foyer del teatro Verdi con le proiezioni delle 13 opere in concorso. Lo stabile triestino si trasformerà per quattro giorni in una sala cinematografica virtuale, dove gli spettatori potranno sperimentare questa nuova tecnologia attraverso una visione collettiva.
Il corto vincitore si aggiudicherà il premio Estenergy-Gruppo Hera dal valore di 2 mila euro; in palio anche il Premio Rai Cinema Channel che consiste nell’acquisto dei diritti web del corto, per un valore di 3 mila euro e nella diffusione dello stesso sulla nuova APP Rai Cinema Channel VR; da quest’anno, il premio del Pubblico del Piccolo di Trieste, media partner del Festival.
Fino a sabato 6 luglio, inoltre, in piazza della Borsa sarà possibile provare la realtà virtuale (dalle 10 alle 20) presso lo ShorTS Hub, dove è stata allestita una virtual room a ingresso gratuito e dotata di 2 postazioni singole, all’interno della quale gli spettatori potranno anche rivedere i corti in concorso.
Martedì 2 luglio, invece, al Teatro Miela, si terrà anche l’ultimo appuntamento con Shorter Kids’nTeens, la sezione dedicata ai giovanissimi dell’edizione 2019 dell’evento triestino. Alle 18  sarà la volta di Shorter Kids, la sezione competitiva del Festival dedicata ai corti per bambini dai 6 ai 10 anni, dove i giovanissimi giurati sceglieranno il corto vincitore. 


LA GIURIA MARATONA DEI FUMETTI
Per ciò che concerne la maratona dei fumetti, conclusasi domenica 30 giugno, gli elaborati sono stati giudicati dalla giuria composta da Maurizio Piraccini, in arte Dr. Pira, premiato per il miglior fumetto al Napoli Comicon, il fumettista e sceneggiatore Robnerto Marchionni, in arte Menotti, co-autore della sceneggiatura di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, il fumettista Giovanni Pota (Giopota), autore per BAO Publishing di “Un anno senza te”, e dall’illustratrice Ilaria Palleschi, autrice del romanzo grafico “Nina Che disagio”.

Info su https://www.maremetraggio.com/


enzo.vitale@ilmessaggero.it

  Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma