Nintendo Labo VR: la realtà virtuale per tutta la famiglia. Ecco la nostra prova

Martedì 9 Aprile 2019 di Michele Boroni

Ci sono i videogiochi e poi ci sono i videogiochi Nintendo. Da sempre la casa giapponese è riuscita a proporre la propria via al mondo videoludico: lo ha fatto con le console, con la tecnologia 3d, con i device portatili, i giochi sullo sport, gli adventure. Tutti caratterizzati da un'estetica jap-pop, esperienza unica, semplice, divertente e ideale per tutta la famiglia. Dopo il passo falso con la Wii U, continuano i progetti per l'espansione della fortunata Nintendo Switch e dopo i tre Kit Labo che univano il gameplay fisico e digitale, ecco il primo approccio con la Realtà Virtuale.
 

 

Abbiamo provato in anteprima il Kit VR per Nintendo Switch e che uscirà il 12 aprile in tutto il mondo. Alla base ci sono i Toy-Con, creazioni di cartone da montare e da poter utilizzare in una grande varietà di giochi. L'elemento fondamentale però è il visore VR Toy-Con, anch'esso di cartone da montare, da indossare e da assemblare con gli altri vari Toy-Con. C'è l'imbarazzo della scelta tra i Toy-Con: c'è il blaster che attraverso cariche manuali permette di sparare raffiche di laser contro mostri alieni, ma anche frutti e simpatici ippopotami, c'è il pedale eolico che produce colpi d'aria sulla faccia creando l'effetto di volare; c'è “l'elefante” che crea colorate immagini 3D muovendo in aria la proboscide, ma anche la fotocamera che permette di visitare un colorato oceano e scattare foto delle creature marine.

Tutti i giochi di Nintendo Labo VR hanno in comune una versione originale e accessibile della realtà virtuale. Accessibile significa per tutta la famiglia (è la prima realtà virtuale utilizzabile anche dai bambini di 6 anni), quindi non particolarmente immersiva, che combinano il feedback tattile del mondo reale con affascinanti avventure virtuali. Inoltre Nintendo Labo VR è stato progettato per essere condiviso: a turno tutti possono osservare le reazioni del giocatore e partecipare al divertimento. Alcuni giochi permettono persino a chi non sta guardando nel visore VR di interagire con l'esperienza a schermo. Ogni singolo Toy-Con, rigorosamente di cartone e da costruire grazie a un video tutorial da guardare sulla Switch, può essere utilizzato per vari giochi e mini giochi.

Come già accadeva per i precedenti Labo anche questa versione VR include uno strumento di programmazione chiamato Garage Toy-Con, ottimizzato per questo kit, e che permette ai giocatori di creare giochi ed esperienze VR ideate autonomamente e che poi possono importare nella Piazza VR ed usarli come fonte d'ispirazione per creare un gioco completamente nuovo.

"Nintendo Labo: Kit VR" sarà disponibile in due configurazioni principali, di cui una include tutti il software e tutti i sei Toy-Con da montare e l'altra una selezione più piccola (Set Base) che comprende il Kit Base e il blaster Toy-Con oltre al software. Poi vi sono due set di espansione: uno che include i componenti necessari per montare l'elefante Toy-Con e la fotocamera Toy-Con e l'altro che include i componenti necessari per montare il pedale eolico Toy-Con e l'uccello Toy-Con.

Ultimo aggiornamento: 21:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA