PAOLO RICCI BITTI

Vega, il razzo lanciasatelliti italiano di Avio sempre più orbita: maxi accordo con Arianespace per la versione C

Venerdì 19 Marzo 2021 di Paolo Ricci Bitti
Vega, il razzo lanciasatelliti italiano di Avio sempre più orbita: maxi accordo con Arianespace per la versione C

I razzi lanciasatelli Vega sempre più in orbita grazie a un nuovo maxicontratto con Arianespace: i brindisi iniziano a Colleferro, nello stabilimento avveniristico di Avio, fanno tappa a Roma e poi si allargano a tutto il settore aerospaziale italiano che con il “Vettore Europeo di Generazione Avanzata” continua a offrire un mezzo per l'accesso allo spazio all'Italia e all'Europa. Le bandiere dipinte sul missile sono 8, ma è quella verdebiancorossa che spicca di più perché è in Italia che viene realizzato quasi il 70% di questo razzo dalle massime prestazioni grazie anche a una struttura leggerisima “tessuta” con fili di carbonio. 

Bruno Le Maire, ministro dell'Economia della Francia: «Un nuovo Patto di stabilità e più investimenti anti-crisi» - di Umberto Mancini

A Roma Arianespace, il cui settore strategico è guidato dall'ingegnere aerospaziale romano Morena Bernardini, ha firmato un accordo con Avio per la fornitura a lungo termine per 10 lanciatori Vega C, l'evoluzione dell'attuale Vega alto 31 metri che da 2012 ad oggi ha compiuto 17 missioni di cui 15 coronate dal successo, comprese le prime 14 che costituiscono una "striscia" senza precedenti nella storia della missilistica.   

L'accordo è stato firmato da Stéphane Israël, amministratore delegato di Arianespace, e Giulio Ranzo, amministratore delegato di Avio, alla presenza di Bruno Le Maire, ministro francese dell'Economia, delle finanze e della ripresa, e Giancarlo Giorgetti, ministro italiano dello Sviluppo economico. L'accordo consente di avviare la fornitura di componenti a lungo termine e le attività preliminari di produzione di questi lanciatori, in consegna prevista a partire dal 2023.

 

Da Vega a Vega C a Vega E

Vega C (Consolidation) avrà prestazioni maggiori di Vega il cui carico utile arriva a 1.500 chilogrammi. Il nuovo lanciatore sarà capace di portare fino a 2.300 kg in orbita terrestre bassa (+60% rispetto a Vega). Determinante la capacità di accendere in più riprese il quarto stadio Avum che può così portare in orbite diverse più satelliti, come ha dimostrato la 16a missione di Vega in grado di collocare attorno alla Terra a quote differenti ben 57 satelliti. Un altro dei primati del missile a cui lavorano oltre 800 tecnici ultraspecializzati nello stabilimento di Avio a Colleferro, 70 chilometri a sud di Roma. 

 

Da Vega ad Ariane 6

Inoltre il primo stadio di Vega C, il "motore" P120, ovvero il propulsore monoblocco a carburabnte solido più grande del mondo, sarà anche booster (razzo ausiliario) del razzo Ariane 6 che a seconda del carico e della missione (che può spingersi fino alla Luna) affianca al primo stadio 2 o 4 "motori" P120.

 

 

L'accordo

Il primo contratto riguarda la fornitura da parte di Avio ad Arianespace di 10 lanciatori VEGA C nel periodo 2023-2024, con un'opzione per altri 4 lanciatori. I vettori Vega C saranno utilizzati per lanci istituzionali del programma della Commissione Ue 'Copernicus' e per altre esigenze dell'Agenzia Spaziale Europea e l'Agenzia Spaziale Italiana. Nella stessa occasione, Ariangroup e Europropulsion (joint venture paritaria tra Avio ed Arianegroup) hanno firmato un contratto di produzione per la fornitura, da parte di Avio, di 34 motori P120 per i vettori Ariane 6 nel prossimo biennio (valore del contratto che oscilla tra 200 e 400 milioni). La firma dei due contratti rafforza ulteriormente l'eccellente collaborazione tra Francia ed Italia nel settore dei lanciatori che consente all'Europa un accesso autonomo allo spazio, hanno sottolineato Giorgetti e Le Maire. Rafforzano anche la cooperazione bilaterale nella ricerca più avanzata con importanti ricadute sul fronte occupazionale, sia in Italia che in Francia.

 

 

 

Paolo Ricci Bitti

 

 

"Arianespace è molto soddisfatta di questo accordo con il suo partner Avio, che dà forma concreta all'ascesa di Vega-C, in particolare per le esigenze istituzionali europee", ha dichiarato Stéphane Israël, Amministratore Delegato di Arianespace. “Con queste forniture a lungo termine, Arianespace avvia l'ordine per il quarto lotto di lanciatori Vega, il primo costituito esclusivamente dalla versione evoluta Vega C. Un certo numero di programmi europei dedicati all'osservazione della Terra e agli esperimenti scientifici , in particolare il programma Copernicus, beneficerà appieno degli aumenti di competitività ottenuti da Vega C. Più che mai, Vega si sta affermando come il secondo pilastro, insieme ad Ariane, dell’autonomia dell’Europa nell’accesso allo spazio."

Giulio Ranzo, Amministratore Delegato di Avio, ha commentato: “Siamo felicissimi di ricevere questo ordine per un nuovo lotto di Vega C. Questo accordo conferma l'interesse e la fiducia dei clienti Arianespace per questo nuovo lanciatore, risultato di un'efficace collaborazione tra diverse industrie europee coordinate da Avio. "

 

I lanciatori Vega C prodotti all'interno di questo quarto lotto serviranno missioni istituzionali e commerciali dal 2023. Contribuiranno in particolare a missioni strategiche attuate dalle istituzioni europee, nell'ambito dell'ESA e della Commissione Europea o per esigenze nazionali. L'anno 2021 vedrà anche la finalizzazione da parte di Arianespace dei servizi di lancio dei prossimi nove satelliti del programma Copernicus, nell'ambito del finanziamento pluriennale 2021-2027 della Commissione Europea.

Un lanciatore leggero di nuova generazione, Vega-C, si adatta perfettamente alle esigenze del mercato istituzionale e commerciale. Le sue prestazioni e versatilità consentono ad Arianespace di  offrire la migliore offerta possibile per mettere in orbita carichi di piccole e medie dimensioni per una vasta gamma di missioni: missione in orbita bassa eliosincrona, missione balistica, missione in orbita di trasferimento al punto di Lagrange L1, tutte al servizio di numerose applicazioni (osservazione della Terra, scienza, educazione, difesa). Con Vega C, Arianespace offrirà maggiori prestazioni e volume di carico per i suoi futuri passeggeri a un prezzo equivalente a quello dei lanci operati con Vega.

Arianespace

Per mettere lo spazio al servizio di una vita migliore sulla Terra, Arianespace garantisce l'accesso a servizi e soluzioni di trasporto spaziale per tutti i tipi di satelliti, istituzionali e commerciali, a tutte le orbite. Dal 1980 Arianespace ha messo in orbita quasi 800 satelliti, grazie ai suoi tre lanciatori (Ariane, Soyuz e Vega), dal Sud America alla Guyana francese e dai cosmodromi russi di Baikonur e Vostochny. Arianespace, con sede a Évry, Francia, si trova anche a Kourou (con la filiale della Guyana presso il Guyana Space Center, spazioporto europeo), Washington D.C., Tokyo e Singapore. Arianespace è una filiale di ArianeGroup che possiede il 74% del suo capitale, gli altri 15 azionisti rappresentano l'industria europea dei lanciatori.

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA