Vega C porterà in orbita altri 5 satelliti Sentinel della costellazione Copernicus: maxicommessa per Avio

Vega C porterà in orbita altri 5 satelliti Sentinel della costellazione Copernicus: maxicommessa per Avio
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 19:16

L'Avio di Colleferro (Roma) continua ad accumulare commesse per i suoi lanciatori: sarà Vega C, il nuovo razzo dell'Agenzia spaziale europea (Esa) che ha debuttato lo scorso luglio, a issare a quasi 800 chilometri di quota cinque nuovi satelliti Sentinel del programma europeo Copernicus, con altrettanti lanci programmati dallo spazioporto europeo nella Guyana francese tra il 2024 e il 2026.

Lo stabilisce il contratto firmato oggi a Bruxelles da Arianespace, Commissione Europea e Avio, rappresentata dall'ad Giulio Ranzo.

«Grazie a questo nuovo contratto con Arianespace, la Commissione europea si assicura i lanci di Copernicus per i prossimi sei anni», commenta Timo Pesonen, della Direzione Generale per la Difesa, l'Industria e lo Spazio della Commissione europea.

Una costellazione Copernicus ancora più vasta ed efficiente in orbita permette di fronteggiare con più possibilità di successo i cambiamenti climatici e di offrire una massa di dati utili per ogni attività dell'uomo a cominciare dall'agricoltura.

«Questi lanci garantiranno che, con il supporto dell'Esa, la costellazione di Copernicus venga rifornita e nuove capacità di osservazione vengano messe in orbita».

Con questi cinque nuovi lanci, sale a quota 13 il portafoglio ordini del nuovo vettore Vega C che ha cominciato ad attirare clienti ancora prima del maiden flight, il volo inaugurale, segno della fiducia nel lavoro degli oltre 1.100 tecnici di Avio e della competitività dell'azienda di Colleferro nel mercato internazionale sempre più affollato dei lanciatori. L'Italia, grazie a Vega, si conferma inoltre all'avanguardia nel ristretto numero di paesi che hanno accesso diretto allo spazio.

Per la costellazione Copernicus dell'Unione Europea, Vega aveva già lanciato in orbita il satellite Sentinel 2-A nel giugno 2015 e il Sentinel 2-B nel marzo 2017.

«Mentre continuiamo il lavoro a Kourou per preparare il secondo lancio di Vega C previsto per il 20 dicembre, questo ulteriore fondamentale contratto estende significativamente il backlog di Vega C, l'unico lanciatore europeo qualificato per le missioni istituzionali della costellazione Copernicus dell'Unione Europea», ha dichiarato Giulio Ranzo, amministratore delegato di Avio. «Desideriamo ringraziare i nostri partner commerciali e istituzionali e i team di Avio e Arianespace per il grande lavoro di squadra fatto per garantire l'accesso autonomo allo spazio dell'Europa» ha concluso Ranzo.

I satelliti

Di questa comessa fanno parte il satellite Sentinel-1D, che sarà dotato di un radar ad apertura sintetica (Sar) per fornire osservazioni multiuso ad alta risoluzione in qualsiasi condizione atmosferica sull'oceano e sulla terraferma; Sentinel-2C, che fornirà immagini ottiche ad alta risoluzione monitorando la variabilità delle condizioni della superficie terrestre; Sentinel-3C, che fornirà dati ottici, radar e altimetrici ad alta precisione per i servizi marittimi e terrestri misurando variabili come la topografia e la temperatura della superficie marina; infine i Sentinel CO2M-A e CO2M-B, che saranno dotati di uno spettrometro nel vicino infrarosso e nell'infrarosso a onde corte per misurare l'anidride carbonica atmosferica prodotta dall'attività umana, fornendo all'Ue una fonte di informazioni unica e indipendente per valutare l'efficacia delle misure di decarbonizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA