Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Guardians of the Galaxy, il videogioco in arrivo dal 26 ottobre: «Un viaggio musicale negli anni ’80»

Guardians of the Galaxy, il videogioco in arrivo dal 26 ottobre: «Un viaggio musicale negli anni ’80»
di Eva Carducci
5 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Ottobre 2021, 21:17

Eidos-Montréal e Square Enix hanno svelato l’uscita di Marvel's Guardians of the Galaxy, il nuovo videogioco d’azione ispirato al mondo, e ai personaggi, dei fumetti Marvel Comics. Una storia originale, con una forte componente narrativa, articolata non solo in scene d’azione, anche in dialoghi guidati da una colonna sonora di tutto rispetto.

Sviluppato per un singolo giocatore il titolo ha come protagonista il leader dei Guardiani della Galassia, Star Lord, nella sua folle corsa nel cosmo a caccia di imprese impossibili, missioni estreme, con personaggi originali e noti (come Gamora, Groot e Rocket) insieme a vecchie e nuove conoscenze. 

Non è esclusa infatti la possibilità di poter vedere anche altri personaggi all’interno del nuovo titolo giocabile, come i più noti Avengers, ma sono ancora informazioni riservate, come ci hanno rivelato durante l’intervista Mary DeMarle, Senior Narrative Director, e Jean François Dugas - Senior Creative Director di Guardians of the Galaxy.

«Questa è la nostra versione totalmente originale dei Guardiani della Galassia» racconta Dugas, spiegando l’ambientazione in cui il giocatore si ritroverà immerso: «Abbiamo scritto la nostra storia originale, che quindi esula in parte da tutto quello che il grande pubblico ha conosciuto in termini cinematografici nel Marvel Cinematic Universe. Star Lord, ovvero Peter Quill, proviene però anche per noi dagli anni ’80, e su quelle conoscenze abbiamo forgiato il suo universo di riferimento, anche in termini musicali».

I film realizzati dal Marvel Cinematic Universe: I Guardiani della Galassia Vol.1 (2014) e Vol.2 (2017), con un terzo capitolo in arrivo previsto per il 2023, hanno lanciato Star Lord (Chris Pratt), Gamora (Zoe Saldana) Drax (Dave Bautista) Groot e Rocket (con le voci nella versione originale rispettivamente di Vin Diesel e Bradely Cooper) nel mondo degli Avengers, il franchise cinematografico più redditizio di sempre, secondo al box office solo a Avatar (che ha recentemente riconquistato il primato come film con il maggiore incasso al box office al mondo). 

Questi film hanno permesso che anche il grande pubblico, quello non propriamente appassionato della cultura pop (branca dell’intrattenimento che alimenta il mondo del cinema, dei fumetti e dei videogame), conoscesse i Guardiani Della Galassia. Su queste basi si fonda dunque il gioco originale Guardians of the Galaxy. Su cosa puntare quindi per incuriosire i giocatori navigati e avvicinare quelli meno esperti? Sulla colonna sonora.

«La musica degli anni ’80 è indubbiamente uno dei punti di forza delle produzioni cinematografiche, e questa rappresenta, anche simbolicamente, il legame con Peter e la sua infanzia anche nel nostro videogioco. La colonna sonora gioca un ruolo davvero importante. Ci siamo divertiti molto nel selezionare l’ampia gamma di titoli, e nel video di lancio del gameplay ve ne abbiamo già dato un assaggio» commenta Dugas.

«Abbiamo ottenuto la licenza di 31 titoli originali, dagli Iron Maiden a Rick Astley, da Blondie agli Wham! Le canzoni non saranno presenti poi solo nel gameplay, dove serviranno anche a determinare l’andamento delle battaglie e il successo o meno della squadra. Saranno disponibili anche sulla Milano, l’astronave pilotata dai Guardiani della Galassia, con un jukebox dove selezionare la propria canzone preferita» ha sottolineato la DeMarle, aggiungendo anche un aspetto fondamentale riguardo la narrativa del gioco: «Abbiamo letto molti fumetti e ci piaceva l’idea di partire a distanza di dodici anni da un’importante conflitto bellico intergalattico. Non stiamo parlando di quello affrontato cinematograficamente in Avengers: Infinity War, ma una storia diversa, una nostra guerra originale. E nel gioco affronteremo il percorso che ognuno dei Guardiani ha dovuto fare nel corso di quel conflitto. Un eccentrico gruppo di fuorilegge spaziali che lavora insieme sotto ingenti quantità di denaro come ricompense. Oltre a questo sappiamo però che c’è molto di più. Peter Quill, il fantomatico Star-Lord, non ha ancora capito cosa significhi essere un leader, quindi racconteremo anche questo aspetto, e spetterà allo spettatore il compito di tirare su una squadra da un team di mercenari».

Proprio di questo aspetto abbiamo parlato invece con Steve Szczepkowski, front man della band Star-Lord e Senior Audio director di Eidos Montreal per il gioco. La band, creata appositamente per realizzare le musiche del videogame, ha rilasciato in esclusiva il video musicale, che è stato filmato dallo staff di Eidos Montreal utilizzando un filtro VHS per renderlo il più realistico possibile, e per avvicinare anche quei giocatori che avevano appeso il controller al muro da un po' : «La Marvel fin dall'inizio ha voluto che prendessimo il franchise e lo facessimo nostro, dandogli una propria identità. Quindi abbiamo avuto la loro benedizione fin dall'inizio e penso che sia qualcosa che ci ha sicuramente aiutato. Se avessimo provato ad adattare i film al videogame, non avrebbe funzionato, perché è un mezzo diverso e non si presta necessariamente. Abbiamo scelto gli anni ’80 anche sull’effetto nostalgia che molti film e serie tv hanno portato negli ultimi anni. Per il nostro video abbiamo scelto un’animazione simile a quella dei cartoni animati giapponesi, quelli con cui siamo cresciuti. Il videogioco ha un ampio spettro di pubblico, ma vorremo rivolgerci anche a quei giocatori che hanno appeso il controller al chiodo, o quelli che hanno messo su famiglia, e che si ritroveranno a giocare insieme ai propri figli. Sono padre di due bambine e sono felice che si sentano rappresentate e parte della cultura pop. I “nerd” quando ero giovane io erano emarginati, ora non lo siamo più».

 

Sviluppato da Eidos-Montréal in collaborazione con Marvel Entertainment, Marvel's Guardians of the Galaxy sarà pubblicato contemporaneamente per PlayStation®5, PlayStation®4, Xbox Series X|S, Xbox One, PC e in streaming con GeForce NOW il 26 ottobre 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA