Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il web aiuta a risparmiare: dal car sharing ai fiori low-cost, ecco come far fronte alla crisi con un clic

Il web aiuta a risparmiare: dal car sharing ai fiori low-cost, ecco come far fronte alla crisi con un clic
di Cristina Montagnaro
4 Minuti di Lettura
Martedì 14 Gennaio 2014, 14:25 - Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio, 16:13
La parola chiave risparmiare. Con la crisi che imperversa bisogna ingegnarsi per tenere sotto controllo il portafoglio ed è così che una grande mano ce la può dare il web. Dal car sharing, alle borsette in affitto, alle macchine fotografiche, ai libri, ai fiori low cost, fino agli sconti per i giovani sposi. E’ boom di siti specializzati che promuovono l’arte di prendere a noleggio gli oggetti.



In Italia uno dei primi ad intuire le potenzialità dell’affitto sono stati quelli specializzati in borse come borseinaffitto.it, che mette a disposizione delle clienti modelli esclusivi da affittare per un minimo di 3 settimane fino ad un massimo di 3 mesi. Gaia Lucariello, imprenditrice romana, che ha lanciato il sito racconta: «L’idea mi è venuta guardando il film “Sex and the city” ed è cosi che ho unito la passione per le borse e ho provato lanciare il business. Sta andando bene, il sito ha 54.000 iscritti e la maggior parte sono ragazze tra i 30 e i 40 anni».



Il costo varia tra i 90 euro fino alle 300 euro. «Basta comprare è molto più di tendenza affittare, noi italiane siamo indietro anni luce, le ragazze in America e Londra affittano di tutto e in questo modo si ha il privilegio di cambiare, è come indossare la borsa prestata da un’amica» assicura Gaia.



Non solo borse, ma anche la bellezza di ricevere e spedire fiori a prezzi contenuti. E’ questa l’idea che sta dietro a Flority Fair, il primo servizio di spedizione di fiori a km zero low cost, che parte da 5 euro. Giulia Giontella circa un anno fa ha fondato a Roma il sito di e-commerce, che permette di mettere in contatto il produttore italiano e il consumatore finale e avere fiori freschi. Ed è così che si può ricevere a casa un bouquet fresco, perché proveniente da regioni italiane con una spesa massima di 10 euro. Giulia Giontella spiega: «In tempo di crisi è ancora più importante non rinunciare al colore e alla semplicità di un bel fiore e questo deve essere una libertà di ognuno di noi».



Risparmi anche per gli spostamenti, grazie al car sharing. E’ il caso di Oliver Bremer, che ha fondato nel 2010 in Italia Bla Bla car. Un sito che si occupa della pratica di cercare autisti o passeggeri da mettere in contatto per tagliare i costi, limitare l’inquinamento e cercare di ridurre il numero delle auto in circolazione.



«Siamo soddisfatti di come anche nel nostro Paese stia prendendo piede la condivisione di posti in auto come soluzione in grado di offrire risparmio, flessibilità e minore impatto ambientale» afferma Olivier Bremer, country manager Italia. «Scegliendo BlaBlaCar.it si può infatti viaggiare da Roma a Milano con soli 30 euro, e con una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 75%. Il ride sharing aiuta ad affrontare la crisi, e a compensare i continui rincari di carburante e pedaggi, permettendo inoltre di viaggiare in compagnia e conoscere nuove persone».



Il meccanismo è semplice: ci si iscrive e si decide di essere guidatore oppure accompagnatore e c’è la possibilità di scegliere il livello di loquacità dell’ospite “bla” se si tratta di una persona riservata, “blabla” se si alterna momenti di chiacchiere a momenti di silenzio, “blablabla” per un gran chiacchierone.



Insieme alla necessità di spostarsi il web permette anche di soddisfare il bisogno di sfamarsi. E’ stato lanciato in Grecia il sito Cookisto, attivo per ora solo nel paese ellenico e nel Regno Unito. Quando si ha fame e desiderio di una cucina semplice basta andare sulla pagina web per sfogliare i piatti degli utenti, presenti nella propria zona. Scegliere il piatto che si preferisce dare un’occhiata al profilo del cuoco e procedere all’ordinazione. Uno degli utenti di Cookisto, che abita a Londra afferma: «Tutti possono diventare cuochi con Cookisto e con sole 7 sterline mi arriva in casa un piatto fatto con tanto amore, che mi ricorda la cucina di mamma».



Tra passaggi in auto e deliziose pietanze c’è anche chi ha pensato a come organizzare una vacanza in barca a vela conpoche disponibilità economiche.



La soluzione la dà il portale Sailsquare, che offre la possibilità di una crociera pur tenendo sott’occhio il portafoglio. Ecco come funziona: si hanno due scelte, o ci si aggrega ad un viaggio lanciato in rete da qualcun’altro, che sta cercando di completare un equipaggio o si crea dal nulla il proprio itinerario e si aspetta che altri aderiscano.



Si può scegliere tra le possibilità più adatte alla propria personalità, relax o vita notturna. Per formare l’equipaggio si guardano i profili e l’affidabilità è garantita dagli utenti stessi. E’ possibile anche decidere se avere a bordo uno skipper. La media dei costi è dimezzata rispetto ad una vacanza normale.



Per quanto riguarda invece gli oggetti sul sito Locloc.it, vivono una seconda vita. E’ una piattaforma dedicato al noleggio tra privati, dove si trova praticamente di tutto. Dal computer, ai passeggini, ai lettini da campeggio, fino al ferro da stiro a 2 euro, ai libri, alle biciclette e ai monopattini.



Stessa cosa per il sito Aaanoleggio.it, che mette in rete trattori, strumenti musicali, abbigliamento anche abiti da sposa.



Per i giovani che sono in procinto di sposarsi, possono risparmiare con la lista di nozze da fare online, come accade sul sito lemienozze.it e trovare coupon, che danno diritto a sconti per acconciature o per la scelta delle location.



E infine i libri. Se si rinuncia facilmente al piacere di averli nello scaffale della libreria ci si può affidare all’arte di scambiarli sul web come accade sul sito solo scambio.it.