Datagate, il cofondatore Apple Steve Wozniak cancella la sua pagina Facebook

Il cofondatore di Apple,  Steve Wozniak
Terremoto nei social network: la Rete che tutti univa, studenti e Ceo, comincia a slabbrarsi. Lo scandalo Cambridge Analytica infatti ha convinto sempre più iscritti a cancellarsi dalle pagine create da Zuckerberg. E se  solo alcuni mesi fa era arrivato il mea culpa del cofandatore Sean Parker - aveva dichiarato: «Facebook è una droga. Sfrutta la psiche e danneggerà le menti dei nostri figli. E noi lo sapevamo» ora è la volta dei grandi manager e delle aziende top mondiali. Dopo Space X e Tesla, seconda Usa Today, è la volta di Applea. O meglio del  cofondatore di Apple, Steve Wozniak, che ha annunciato di essere pronto a uscire da Facebook.
 Wozniak ha detto  di voler pagare per avere un servizio invece di riceverlo gratis facendo guadagnare denaro al social network attraverso la vendita dei suoi dati. «I profitti di Facebook si basano sulle informazioni degli utenti, ma gli utenti non ricevano nessun profitto indietro», ha detto il cofondatore di Apple a USA Today. «Apple fa soldi grazie a buoni prodotti, non grazie a te. Come hanno detto, con Facebook, il prodotto sei tu», ha concluso il cofondatore di Apple. Il mese scorso l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, aveva sostenuto una posizione molto simile a quella di Woz in una intervista con Recode:
«Apple - ha detto Cook - fa denaro vendendo prodotti ai clienti, non vendendo i loro dati».
Lunedì 9 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:46

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP