Intelligenza collettiva, la rivoluzione è iniziata: il convegno del Messaggero per i suoi 140 anni

di Andrea Andrei
Mentre Mark Zuckerberg ieri veniva bersagliato dalle domande dei membri del Congresso americano, affrontando in prima persona quella che potrebbe essere solo la prima delle conseguenze dello scandalo Datagate, il mondo continuava a produrre una quantità di dati sempre maggiore. Nomi, messaggi, foto, gusti, tragitti, parametri vitali che immessi più o meno consapevolmente in Rete vanno ad ampliare a dismisura quell'universo parallelo che sono i cosiddetti Big Data. Proprio questi ultimi sono una delle Parole del futuro che...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 12 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:27

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP