Google glass e privacy, Erich Schmidt frena:
«Ci vuole cautela e un nuovo galateo»

Venerdì 26 Aprile 2013 di Laura Bogliolo

ROMA - «Osservare il mondo con Google Glass è strano». Parola di Erich Schmidt, leader di Google che ha parlato giovedì alla Kennedy School Government di Harvard. Secondo Schmidt per utilizzare il nuovo gioiello tecnologico dovrà essere creato «un nuovo galateo» per l'uso degli occhiali che sono in grado di registrare video, trasmettere informazioni online e che rispondo a comandi vocali, degli occhi e delle mani. «Ci sono posti in cui ovviamente è inappropriato utilizzare i Google Glasses», ha detto secondo quanto riferito dalla Reuters.

Regole rigide per le App. Schmidt ha anche fatto sapere che per sviluppare App per Google Glass sarà necessario ottenere l'approvazione di Google non come succede per gli smartphone e i tablet Android. Insomma, BogG fa capire che bisogna essere cauti nel commercializzare

un prodotto così innovativo che potrebbe violare il diritto alla privacy.

Google Glass Explorer Edition. Google ha presentato il prodotto all'inizio del 2013 e distribuito Google Glass Explorer Edition, dei prototipi degli occhiali in grado di fornire un'esperienza multimediale completa: si possono

registrare video, scattare foto, chattare, ottenere indicazioni stradali e fare ovviamente ricerche sul motore di ricerca. L'arrivo sul mercato è previsto nel 2014.

Google Glass messi all'asta per 90mila dollari. Per 1.500 dollari pochi eletti hanno la possibilità di provare Google Glass. Alcuni dei tester però hanno pensato di metterli in vendita su eBay, comportamento condannato da BigG che ha diffuso una severissima nota: «Non si può rivendere, prestare, trasferire o dare il dispositivo a un'altra persona. Se si rivende, presta, trasferisce o dà il dispositivo a un'altra persona senza l'autorizzazione di Google, Google si riserva il diritto di disattivare il dispositivo». Ovviamente nessun diritto al rimborso. Ha così runicniato all'asta che era arrivata a 90mila dollari, il giovane che su eBay aveva subito messo in vendita il prototipo.

Google glass e privacy; vietati a Las Vegas e in un bar a Seattle. Aspettando che Google Glass vengano commercializzati c'è chi ha già deciso di stabilire il divieto di indossarli esponendo un cartello, come ha fatto su Facebook un bar a Seattle The 5 Point che ha pubblicato il cartello di divieto online. Gli occhiali sono stati vietati anche Las Vegas. Secondo quanto riporta la Nbc la città dei casinò sarò off-limits per gli occhiali di Google perché minaccerebbero la privacy.

Easter egg Google Glass. Intanto uno dei tester degli occhiali "per la realtà aumentata" che in questi giorni stanno analizzando l'uso dei Google Glass Explorer Edition ha scoperto e pubblicato su Google Plus uno degli Easter egg inseriti dagli sviluppatori: si tratta di una foto che mostra il team di creatroi di Google Glass, in prima fila c'è, ovviamente, Sergey Brin. Intanto il video di Google su YouTube che spiega il funzionamento di Google Glass inserito il 20 febbraio ha raggiunto oltre venti milioni di clic.

laura.bogliolo@ilmessaggero.it

Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 08:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti