Fantagazzetta, storia di un lavoro nato per gioco: intervista al direttore, Nino Ragosta

Giovedì 11 Febbraio 2016 di Andrea Andrei

Sanno di essere stati fra i primi nel nostro Paese ad aver sfruttato il Web per creare un business partendo da un gioco. Come sanno di essere una delle cause di litigi più frequenti fra le coppie italiane. Ma nel 1999, quando per scherzo misero su un sito privato per tenere conto dei punteggi e delle classifiche del Fantacalcio nel loro gruppo di amici, i napoletani Nino Ragosta e Luigi Cutolo non avrebbero immaginato che quell'hobby per loro sarebbe diventato un lavoro. Quel "gioco", anni più tardi, si è infatti trasformato in Fantagazzetta.com, portale di riferimento per gli appassionati di Fantacalcio di tutto il Paese, nonché uno dei siti di informazione calcistica più visitati.

«All'inizio volevamo solo una piattaforma per condividere le nostre partite fra amici, qualcosa che ci permettesse di giocare al Fantacalcio anche a distanza», racconta Ragosta a Messaggero Tv, «Poi intorno a quel piccolo sito si formò una community. Le persone insistettero per farci mettere quello strumento a disposizione di tutti. È così che, qualche anno più tardi, nacque Fantagazzetta». Una realtà che oggi può vantare un milione e 800mila iscritti per oltre mezzo milione di formazioni a settimana. Numeri che sono in costante ascesa. «La maggior parte degli utenti sono di età compresa fra i 18 e i 34 anni. Si tratta di studenti universitari, soprattutto, che hanno più tempo a disposizione - spiega Ragosta - ma c'è uno “zoccolo duro” di appassionati di Fantacalcio, e sono i quarantenni».

Che, guarda caso, sono coetanei di Nino e Luigi. Una passione, quella per il calcio e per l'amicizia, che ha portato i due amici d'infanzia a dare vita a un esempio di “infotainment” sul Web: Fantagazzetta è infatti sì una piattaforma online per giocare, ma anche un sito di informazione. E infatti Ragosta oggi è Direttore responsabile di una redazione formata da 6 giornalisti e da una quarantina di collaboratori: «Sul nostro sito non si trovano solo i punteggi, aggiornati in tempo reale, di ogni singolo giocatore del campionato. C'è anche la possibilità di personalizzare le regole del proprio Fantacalcio, offrendo centinaia di alternative».

Ma esiste un trucco per vincere al Fantacalcio? «Un vero trucco non c'è», risponde Ragosta, «Certo il momento più importante, e anche più divertente, è l'asta di inizio campionato. Lì si fanno davvero i giochi. Ma per avere un vantaggio strategico sugli altri l'unica soluzione è informarsi, tanto. Studiare, insomma». Per la felicità di mogli e fidanzate.

Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio, 12:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il basket in carrozzina rende giovani e tenaci

di Mimmo Ferretti