Apple presenta iOS 12 e mette un freno all'abuso di iPhone

Lunedì 4 Giugno 2018

A più di dieci anni dal lancio dell'iPhone, prodotto simbolo che ha rivoluzionato il nostro modo di vivere e comunicare, Apple vuole mettere un freno alla dipendenza da smartphone. Un'idea già lanciata da poco da Google, un segno dei tempi che indica come le grandi aziende tecnologiche stanno fiutando una maggiore consapevolezza da parte degli utenti su privacy e abuso di tecnologia. La novità è arrivata alla Conferenza degli sviluppatori di Cupertino che si è aperta a San Josè, in California. Un appuntamento annuale vitale per l'economia delle app, cresciuta a dismisura. In dieci anni Apple ha staccato agli sviluppatori un assegno di 100 miliardi di dollari.

«Offriamo agli utenti strumenti per aiutarli a capire e controllare meglio il tempo trascorso utilizzando app e siti, quanto spesso prendono in mano il proprio iPhone o iPad durante la giornata e quante notifiche ricevono», ha spiegato Craig Federighi, Senior Vice President Software Engineering di Apple, introducendo le novità che arriveranno in autunno con iOS 12, aggiornamento del sistema operativo di Apple per dispositivi mobili. La funzione che fornisce controllo e informazioni si chiama Screen Time: dà un report dell'attività giornaliera e settimanale del totale del tempo trascorso sulle app. A questa si aggiunge la modalità "non disturbare" per non distrarsi in momenti particolari come una riunione e una funzione per silenziare le notifiche di notte. Le novità della Conferenza degli sviluppatori non si chiudono qui. Come tutti i big della Silicon Valley, Apple investe molto sulla realtà aumentata grazie alla sua piattaforma Arkit 2.

Stringe collaborazioni con Lego e Pixar e lancia l'app Measures con cui misurare le dimensioni di oggetti nel mondo fisico, inquadrati con la fotocamera. Inoltre, con iOS 12 le emoji diventano più espressive e personalizzabili con le Memoji, mentre l'assistente vocale Siri si arricchisce di "scorciatoie" per velocizzare le richieste. E si potranno fare chiamate di gruppo con Face Time. Apple lancia poi watchOS 5, aggiornamento dell'Apple Watch che «aiuta gli utenti a rimanere in forma e tenersi in contatto. Con tante nuove funzioni tra cui le sfide di Condivisione attività, il rilevamento automatico dell'allenamento, funzioni evolute per la corsa». E presenta anche l'aggiornamento del sistema operativo per Mac: nella prossima versione prenderà il nome di Mojave, come il nome del deserto californiano. All'inizio dell'evento Apple ha trasmesso un video-tributo agli sviluppatori. «È il premio per il vostro duro lavoro e creatività», ha spiegato Tim Cook annunciando che in dieci anni, cioè da quando è stato lanciato l'App Store, l'azienda ha staccato a loro un assegno da cento miliardi di dollari. Nel mondo gli sviluppatori sono 20 milioni e l'App Store ha attualmente 500 milioni di visitatori a settimana.

Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 23:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Le case sequestrate ai Casamonica, tra fiction e realtà

Colloquio di Alvaro Moretti e Ernesto Menicucci