Apple, risarcimento da 32,5 milioni di dollari ai genitori: i bambini acquistano app senza il loro consenso

Apple, risarcimento da 32,5 milioni di dollari ai genitori: i bambini acquistano app senza il loro consenso
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Gennaio 2014, 23:02 - Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio, 18:39

Apple ha siglato un patteggiamento da almeno 32,5 milioni di dollari con la Federal Trade Commission, l'organismo americano che vigila contro comportamenti anti-concorrenziali , secondo cui il gruppo di Cupertino non ha fatto abbastanza per impedire che i bambini effettuino acquisti mentre utilizzano determinate app senza prima avere ricevuto il permesso dai loro genitori, costretti così a pagare un conto salato. L'oggetto della questione sono i cosiddetti acquisti «in-app», applicazioni che per esempio consentono di giocare su un dispositivo mobile ma che inducono i minori a spendere denaro reale per comprare qualcosa di virtuale legato al videogioco stesso.

Il faro della Ftc è stato acceso dopo le lamentele dei consumatori registrate tra 2010 e 2011 e dovute al fatto che i minori hanno involontariamente provocato «milioni» di spese a carico dei loro genitori. Edith Ramirez, che presiede l'autorità, ha fornito l'esempio di un genitore la cui figlia ha speso 2.600 dollari sulla app «Tap Pet Hotel» e di un altro il cui figlio ha speso oltre 500 dollari nelle app «Dragon Story» e «Tiny Zoo Friends».

Apple è chiamata a modificare le pratiche con cui calcola le bollette al fine di garantirsi di avere ottenuto il consenso dei consumatori prima che a loro venga presentato il conto per quanto acquistati attraverso app. «Questo patteggiamento è una vittoria per i consumatori colpiti dal metodo ingiusto con cui Apple» calcola le bollette. Dal canto suo il produttore di iPhone ha dichiarato: «Proteggere i bambini è sempre stata la nostra prima priorità per l'App Store sin dall'inizio.

L'accordo di oggi con la Ftc estende il nostro programma di rimborso esistente per acquisti in-app che potrebbero essere stati effettuati senza il permesso dei genitori». In base all'intesa siglata oggi, Apple deve mandare una email ai consumatori colpiti con i dettagli su come ottenere un rimborso. Se le richieste complessive saranno inferiroi alla cifra da 32,5 milioni di dollari pattuiti, la differenza verrà versata alla Ftc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA