«Hacker attaccate pure». La Cina testa la cybersicurezza: un premio per chi violerà la rete

Venerdì 28 Giugno 2019
Un modo insolito ma probabilmente il più efficace per testare la cybersicurezza. «Cari hacker, attaccate pure. Se i vostri attacchi saranno efficaci, riceverete un premio»: questo il senso dell'invito che accompagna la creazione in Cina di un sito specifico, preposto a testare per migliorare la cyber-sicurezza. Una sorta di laboratorio online aperto 24 ore su 24 a tutto il mondo il cui scopo sarà proprio di subire attacchi da parte di chiunque per mettere a punto risposte, nuove difese, più efficaci.

Secondo il laboratorio della Montagna Purpurea per la Comunicazione e la Sicurezza delle Reti, di Nanchino, quest'area di test, nota come Network Endogens Security Testbed (NEST), offrirà ricompense ai migliori cyber-attacchi test per un totale di 1,5 milioni di yuan (218.000 dollari).

Secondo Wu Jiangxing, membro dell'Accademia di Ingegneria della Cina, l'attuale livello di sicurezza delle reti si basa su aggiornamenti di software o programmi antivirus: un sistema, secondo lo studioso, che equivale al prendere le medicine quando si ha già contratto una malattia.

La NEST fornirà una piattaforma globale dedicata a test pubblici, disponibile per tutti i tipi di apparecchiature di rete e sistemi di informazione. Secondo l'istituto, questo strumento intende misurare gli indicatori di sicurezza e offrire formazione agli operatori della sicurezza delle reti. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma