I condizionatori portatili consumano tre volte più di quelli fissi: è allerta consumi

Giovedì 9 Luglio 2020
I condizionatori portatili consumano tre volte più di quelli fissi: è allerta consumi

Tanto popolari, quanto sconvenienti. I condizionatori portatili sono i sistemi di climatizzazione meno efficienti sul mercato: consumano 3 volte di più rispetto a quelli fissi. Eppure sono molto diffusi, come spiega Eliante, cooperativa sociale che si occupa da anni di educazione all'efficienza energetica. Nell'Unione Europea ci sono 4,3 milioni di
condizionatori portatili che raffrescano le nostre case: se non utilizzassimo tali apparecchi, ogni anno potremmo risparmiare 0,35 milioni di tonnellate di Co2, l'equivalente di 200.000 voli andata e ritorno da Bruxelles a New York.

LEGGI ANCHE Ecobonus 110%, nel decreto rilancio detrazioni per l'acquisto di condizionatori. Ma non sono per tutti

Eliante spiega che per raffreddare la stessa area, un'unità portatile di classe A+ consuma 2,4 volte di più rispetto a un sistema a parete anch'esso di classe A+. E considerando le ondate di calore che caratterizzano le estati ormai da diversi anni, si prevede che il
consumo di elettricità per l'aria condizionata, nell'Unione Europea, passerà da 40 terawattora nel 2020 a 62 terawattora nel 2030: un quantitativo corrispondente all'intero consumo di elettricità residenziale in Italia.
 

Per aiutare i consumatori a scegliere apparecchi davvero efficienti Eliante suggerisce il portale www.topten.it, che pubblica una lista con i migliori apparecchi di condizionamento disponibili sul mercato italiano, scelti in base a severi criteri di efficienza energetica. Un
altro strumento importante per fare scelte consapevoli sono le etichette energetiche che grazie ad una scala di colori e lettere, mostrano a colpo d'occhio quali elettrodomestici consumano meno elettricità e sono quindi realmente efficienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA