Apple, le app più scaricate del 2018: WhatsApp e Netflix stravincono

Mercoledì 5 Dicembre 2018 di Paolo Travisi
Altro che semplice passatempo da usare seduti in metropolitana o sul divano di casa, le App rappresentano una percentuale in crescita nel fatturato delle economie mondiali. Negli Stati Uniti, secondo il portale App Annie, nel 2018 hanno raggiunto la cifra di 110 miliardi di dollari. Una crescita del 10% sull'anno precedente. In Italia – secondo l'Osservatorio del Politecnico di Milano – nel 2017 il mercato delle app ha toccato l'1,5 miliardi di euro.

Ed ecco che puntualmente, sul finire dell'anno, App Store rende note le classifiche delle applicazioni più scaricate. Iniziamo da quelle gratuite. Su iPhone al primo posto c'è WhatsApp, il servizio di messaggistica più usato al mono, seguito dal social del momento Instagram. YouTube, Facebook, Facebook Messenger sono sempre molto popolari. Al sesto posto, invece un servizio ormai necessario per non perdersi in città o nei posti più remoti, Google Maps. La musica compagna di viaggio e di vita, si ascolta su Spotify, mentre Wish è il portale di ecommerce più usato. In chiusura uno dei simboli dell'America, il fast food di McDonald’s. Tra quelle a pagamento, vince DSLR Camera, applicazione per modificare le nostro foto, ma anche i video, aggiungendo filtri professionali.  E tra le prime 10 in classifica, quelle che consentono ritocchi fotografici vanno per la maggiore. Il motivo è facilmente individuabile, in quanto foto e video sono strettamente connessi con l'utilizzo social. Restando sempre nel mondo Apple, ma passando sullo schermo più grande di iPad, la situazione cambia. La più scaricata è Netflix, seguita da Youtube e la new entry Dazn. Sul versante dei videogames, stravince il gioco dell'anno Fortnite (su iPad), mentre resiste ormai da anni, Minecraft, seppure a pagamento. Iphone, versione free, invece incorona Helix Jump, che precede anche qui Fortnite. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il pupo gioca a pallone il Natale costa 200 euro

di Mimmo Ferretti