Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Variante Delta

LEGGI TUTTO LEGGI MENO

Variante Delta: è la definizione che ha di fatto sostituito “variante indiana”. Il “ceppo”, a partire dalla primavera del 2021, è diventato dominante in Gran Bretagna, mentre in Italia i casi registrati fino a giugno sono assai pochi anche se le preoccupazioni restano elevate.

Secondo il ministero della Salute la variante Delta presenta mutazioni che si teme in grado di aumentare la trasmissibilità del virus e il rischio di reinfezione.  Questa variante è stata individuata la prima volta in India ed è stata etichettata VUI-21APR-01 o B.1.617, cole successive mutazioni E484Q, L452R e P681R. Sempre secondo il Ministero non ci sono dati che i vaccini risultino meno adatti a fronteggiare il virus, ma è chiaro che la giovane "età" di questa variante richiede l'attesa dei risultati di studi già avviati. 

1 Minuto di Lettura

Risultati per "VARIANTE DELTA"