Soleimani

Soleimani

Soleimani, 62 anni, dal 1998 comandava le forze Quds, cioè le unità speciali delle guardie rivoluzionarie iraniane. E' uno dei personaggi più popolari in Iran, aveva milioni di follower sui social e The Times, proprio negli scorsi giorni, lo aveva inserito nella classifica dei 20 personaggi protagonisti del 2020. Una figura quasi leggendaria, tra gli uomini più potenti in Medio Oriente: generale, stratega con ambizioni politiche, è spesso apparso al fianco della Guida Suprema, l'ayatollah Ali Khamenei. Un nemico per Usa e Israele. Il 3 gennaio 2020 è stato ucciso da un raid statunitense sull'aeroporto internazionale di Baghdad, in Iraq, su ordine del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Qassem Soleimani è nato a Qom, da una famiglia di contadini, in un piccolo villaggio vicino alle montagne dell'Afghanistan. Lavora come operaio per ripagare i debiti del padre verso il governo iraniano.  Entra nelle Guardie Rivoluzionarie (IRGC) immediatamente dopo la rivoluzione del 1978. Durante la Guerra Iran-Iraq, Qassem Soleimani comanda la XIV divisione dei Pasdaran. Tra il 1997 e il 1998 diviene comandante della Quds Force.

Fino all'11 settembre del 2001, il generale è il punto di riferimento degli Usa nella lotta ai Talebani afgani. Ma dopo la caduta delle Torri gemelle e l’inserimento dell’Iran, da parte di Bush, nel cosiddetto “asse del male” gli Usa per lui diventano un nemico.

78 risultati per "SOLEIMANI"

caricamento
Quattro passi nella felicità
Mind The Gap - Lettere

COVID-19 La mappa del contagio

Formula E
Contest Messaggero

BORSA

IL MESSAGGERO PER I LETTORI

GIORNALE CARTACEO

Abbonamenti, Arretrati, Prezzi per l'estero, Consegna a domicilio.

PIEMME