Franco Battiato, il cantautore-filosofo più amato dagli italiani

LEGGI TUTTO LEGGI MENO

Franco Battiato è stato un cantautore, compositore, regista e pittore, nato il 23 marzo 1945 a Riposto, allora Ionia, in provincia di Catania. Le sue produzioni vanno dal rock progressivo e all’avanguardia alla musica leggera, approfondendo anche la canzone d’autore. E ancora la musica etnica, quella elettronica e l’opera lirica. Il cantautore-filosofo più amato dai musicofili italiani debutta all'insegna del pop sulla scena della canzone all’inizio degli anni Sessanta. Col suo nome di battesimo, pubblica nel ’65 il suo primo 45 giri, “L’amore è partito” - sta un po’ stretto. Il decennio successivo l’artista siciliano abbraccia la musica sperimentale, dando vita a lavori quali “Fetus”, “Pollution”, “Sulle corde di Aries”, “M. elle le “Gladiator”” e “L’Egitto prima delle sabbie”, in cui rinuncia agli strumenti classici del rock in favore, ad esempio, di oboe e violoncello, e altri espedienti acustici per noi rivoluzionari si mischiano a una scrittura enigmatica e ispirata ad argomenti di non facile presa.

Anticipati da “L’era del cinghiale bianco”, del 1979, che strizza l’occhio alla new wave, gli anni Ottanta invece segnano il ritorno al pop e l’inizio della sua grandissima e mai sopita fortuna commerciale. Battiato diventa nel 1981 il primo long playing italiano a superare il milione di copie vendute, assegnando all’artista di Iona il posto di rilievo che conserva tuttora nella nostra musica.

Tra ironia e poesia, nei lavori successivi Battiato, che ha avuto anche il merito di lanciare talenti come Alice e Giuni Russo, assegna uno spazio sempre più importante a tematiche mistiche e filosofiche. Chiuso il decennio precedente con “Fisiognomica”, che contiene “E ti vengo a cercare” e “L’Oceano di silenzio”, brani interpretati anche davanti a Giovanni Paolo II - è stato il primo cantante pop a esibirsi in Vaticano -, nei Novanta, in cui si acuisce pure l’influenza della musica sacra e araba, del resto, l’artista siciliano comincia la sua collaborazione con il celebre pensatore Manlio Sgalambro. Battiato si è cimentato con successo anche nella regia cinematografica e nella pittura. Il cantautore è morto il 18 maggio 2021 all'età di 76 anni. 

2 Minuti di Lettura

59 risultati per "FRANCO BATTIATO"

6 Giugno 2021