Wimbledon, Federer supera Nishikori e vola in semifinale dove affronterà Nadal

Mercoledì 10 Luglio 2019 di Guido Frasca

Federer-Nadal, la sfida tanto attesa che tutti volevano e che fa già parte della storia del tennis, e Djokovic-Bautista Agut. Sono queste le semifinali che si giocheranno venerdì a Wimbledon.

Federer si è distratto in avvio, ma poi ha rimesso le cose a posto dominando il secondo, terzo e quarto set: 4-6 6-1 6-4 6-4 in poco due ore e mezza senza neppure patire più di tanto dopo l'inizio sonnolento. Per il Fenomeno è la vittoria numero 100 sui sacri prati londinesi nelle 112 partite disputate: numeri da record. Per il quasi 38enne svizzero, alla 13esima semifinale ai Championships (anche questo è un record), la 45esima Slam (ancora un primato) 12 ace, 66% di prima al servizio con l'81% dei punti conquistati, 25 punti in 33 discese a rete, compresi 8 in 10 serve and volley. Tra lui e il nono squillo a Wimbledon c'è la storia, che non lo favorisce: mai è riuscito a conquistare uno dei quattro Major battendo sia Nadal che Djokovic.

Intanto troverà Nadal, che ha disinnescato il gigante spara ace Sam Querrey, soffrendo solo nel primo set: 7-5 6-2 6-2 in poco più di due ore. Per il 33enne mancino spagnolo 43 vincenti e appena 12 errori gratuiti. Rafa ha avuto solo un piccolo passaggio a vuoto sul 5-4 del primo parziale, quando ha servito per il set. Ha ceduto il turno di battuta, ma si è prontamente rifatto nel game seguente chiudendo poi 7-5 dopo aver annullato un altro paio di palle break che lo avrebbero costretto al tie break. Per il maiorchino è la 32esima semifinale Slam, la settima a Wimbledon.

Quello tra Federer e Nadal sarà il 40esimo incrocio di una saga infinita: conduce lo spagnolo 24-15. Una vittoria per parte sull'erba, sempre in finale a Wimbledon: successo di Federer nel 2007, rivincita di Nadal l'anno dopo.

Djokovic, numero uno del mondo e campione in carica, non ha avuto problemi contro il belga David Goffin: 6-4 6-0 6-2 in meno di due ore. Non c'è stata partita: troppo evidente la superiorità del 32ennes serbo, che ha centrato la vittoria numero 70 ai Championships, la nona semifinale sull'erba londinese (come Becker), la 36esima in totale negli Slam. Dal 4-3 30-0 per Goffin, Nole ha infilato un parziale di 10 game a zero scappando via.

Venerdì troverà in semifinale Roberto Bautista-Agut, testa di serie numero 23, che ha sconfitto in quattro set l'argentino Guido Pella, grande sorpresa del torneo, che alla vigilia vantava solo due partite vinte in carriera sull'erba: 7-5 6-4 3-6 6-3. Il 31enne di Castellon De La Plana, mancino come il connazionale Nadal, ma spagnolo atipico, è per la prima volta così avanti ai Championships. Il serbo è avanti 7-3 nei precedenti, ma Bautista-Agut quest'anno loha battuto due volte: in semifinale a Doha e al terzo turno a Miami, sempre sul cemento.

 

Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma