Us Open, Sinner e Berrettini vincono al 5° set e raggiungono gli ottavi di finale, fuori Seppi

Us Open, Sinner e Berrettini vincono al 5° set e raggiungono gli ottavi di finale, fuori Seppi
3 Minuti di Lettura
Domenica 5 Settembre 2021, 00:37 - Ultimo aggiornamento: 6 Settembre, 10:13

Us Open, avanti anche Jannik Sinner che si è qualificato per gli ottavi di finale battendo il francese Gael Monfils, 35enne parigino numero 20 del ranking mondiale, per 7-6 6-2 4-6 4-6 6-4 in 3 ore e 44' di gioco. Agli ottavi anche il n.1 Novak Djokovic, che ha battuto il giapponese Kei Nishikori per 6-7 6-3, 6-3, 6-2. A Flushing Meadows Djokovic punta al successo finale per diventare il primo tennista dal 1969 (quando ci riuscì Rod Laver) a oggi a vincere i 4 tornei del Grande Slam nello stesso anno solare.

Sinner ha seguito le orme di di Matteo Berrettini che ha battuto lya Ivashka. Il romano si è imposto in tre ore e 46 minuti di gioco di ottimo livello contro un avversario reduce da otto vittorie consecutive e dal primo titolo in carriera. Berrettini diventa così il secondo uomo del 2021 ad aver raggiunto almeno il quarto turno in ogni Major, segno di grande continuità ad alto livello. Il vicecampione di Wimbledon ci ha messo la grinta, ma anche tutto il cuore, per staccare il pass che porta agli ottavi del quarto e ultimo Slam stagionale.

Terzo turno ancora una volta fatale, invece, ad Andreas Seppi, sconfitto dal tedesco Otte (prossimo avversario di Berrettini), che proveniva dalle qualificazioni. I primi due match non erano stati di certo una passeggiata di salute per Berrettini, il terzo è stato anche più duro. Il 25enne tennista romano, n.8 del ranking e sesta testa di serie del torneo - alla quarta presenza nel tabellone principale nella Grande Mela, dove nel 2019 raggiunse la semifinale (perdendola) contro Rafa Nadal - dopo avere sconfitto i francesi Jeremy Chardy e Corentin Moutet, si è imposto per 6-7 (5), 6-2, 6-4, 2-6, 6-3 sul bielorusso Ilya Ivashka, n.53 del ranking e mai così avanti a New York. Matteo si era aggiudicato entrambe le sfide precedenti contro il 27enne di Minsk, disputate negli ottavi a Wimbledon (erba) a luglio e nei quarti del challenger di Portorose (cemento) nel 2017. Per Berrettini 27 ace contro 5 doppi falli, il 60% di prime in campo con l'84% dei punti conquistati e solo il 47% dei punti vinti con la seconda. A referto 69 vincenti contro 64 gratuiti (30 contro 35 il bilancio di Ivashka). Il tennista allenato dal coach Vincenzo Santopadre è stato sorteggiato proprio nel quarto presidiato dal n.1 del tennis mondiale Novak Djokovic, che lo ha stoppato in finale a Wimbledon a luglio e che a New York va a caccia del Grande Slam.

Lunedì, intanto, negli ottavi troverà dall'altra parte della rete il tedesco Otte, già battuto al primo turno del Roland Garros del 2018. Non ce l'ha fatta, invece, Andreas Seppi, al 65/o Slam consecutivo a migliorare il proprio record a New York, dove era in gara per la 18/a volta, fermandosi per la quarta volta proprio al terzo turno (come accadde nel 2008, nel 2013 e nel 2015). Il 37enne tennista azzurro, n.89 dell'Atp, ha ceduto per 6-3, 6-4, 2-6, 7-5, in poco meno di 2h30' di match, al tedesco Oscar Otte, n.144 del ranking, promosso dalle qualificazioni e per la prima volta nel main draw degli Us Open.

© RIPRODUZIONE RISERVATA