US Open, Osaka nella storia: è in finale contro Serena Williams

Venerdì 7 Settembre 2018 di Guido Frasca
Serena Williams contro Naomi Osaka: è questa la finale femminile degli US Open 2018 che si giocherà domani (ore 22 italiane) . Nella notte italiana, sotto il tetto dell’Arthur Ashe Stadium chiuso per la pioggia battente, la campionessa statunitense, 17esima testa di serie, ha superato per 6-3 6-0 la lettone Anastasija Sevastova. 19esima testa di serie, mentre la giapponese, 20esima testa di serie, si è imposta per 6-2 6-4 sull’altra statunitense Madison Keys, testa di serie numero 14 e finalista dodici mesi fa.

Due successi netti. Secondo pronostico, anche se non nelle dimensioni, quello di Serena, che compirà 37 anni il prossimo 26 settembre. Numeri straordinari quelli di Serena: 31 vincenti contro i 10 della sua avversaria (20 contro 12 i gratuiti), 4 ace (e un doppio fallo) ma soprattutto l’86% dei punti conquistati a rete (24 su 28). Per lei sarà la 31esima finale Slam carriera e per la seconda volta nel giro di tre mesi (ha perso lo scorso luglio la finale a Wimbledon), avrà la possibilità di agguantare il record di Slam vinti da Margareth Court (24). Per Serena è anche la seconda finale Slam da quando è diventata madre giusto un anno fa della piccola Alexis Olympia.

Sorprendente il cammino della Osaka, 21 anni il prossimo 16 ottobre. E' la prima giapponese nell’era open ad andare così avanti in un Slam. In questo 2018 si era già messa in evidenza lo scorso marzo conquistando il suo primo e sin qui unico titolo Wta nel prestigioso Premier Mandatory di Indian Wells, sul cemento californiano.

C'è un solo precedente tra la Williams e la Osaka: quest'anno la giapponese ha sconfitto la statunitense per 6-3 6-2 al primo turno di Miami. Ma Serena era rientrata solo da un paio di settimane dopo la maternità. Ultimo aggiornamento: 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA