Wimbledon, Fognini eliminato al terzo turno dal ceco Vesely

Sabato 7 Luglio 2018 di Guido Frasca
Terzo turno a Wimbledon fatale a Fabio Fognini. Il 31enne ligure, 19esima testa di serie, si è arreso per 7-6 (4) 3-6 6-3 6-2 in due ore e 53 minuti al ceco Jiri Vesely, numero 93 Atp, che per la seconda volta in tre anni ha raggiunto gli ottavi sull’erba londinese. La svolta nel terzo set, quando l'azzurro ha avuto 7 palle break, ma non ne ha sfruttata nessuna (una su 14 in tutto il match, quella che gli ha consegnato il secondo set) contro un rivale alto quasi due metri, che ovviamente ha nel servizio l'arma migliore (ha collezionato 17 ace). Gli ottavi sull'erba londinese restano dunque un tabù per Fognini: in 10 partecipazioni allo Slam britannico ha raggiunto quattro volte il terzo turno (2010, 2014 e 2017 le altre) senza mai andare oltre. Peccato perché avrebbe potuto eguagliare il suo best ranking raggiunto nel 2014: numero 13. Al momento è un gradino sotto. E sarebbe salito in 11esima posizione nella Race, la classifica stagionale che tiene conto solo dei risultato del 2018.

Chi è invece già certo di restare al comando del ranking mondiale al termine del torneo è Nadal, che è approdato agli ottavi senza cedere un set. Il 32enne mancino spagnolo, seconda testa di serie nonostante sia numero uno (gli organizzatori hanno concesso la prima a Federer, una licenza che solo a Wimbledon è permessa), ha superato in scioltezza il giovane australiano Alex De Minaur, numero 80: 6-1 6-2 6-4.

A Londra ha trionfato nel 2008 e 2010 e vanta pure altre tre finali (2007, 2007 e 2011), ma proprio dal 2011 non supera gli ottavi.

Già orfani di Andy Murray, i Sudditi di Sua Maestà la Regina Elisabetta hanno perso Kyle Edmund, 21esima testa di serie. A batterlo, secondo pronostico, è stato Novak Djokovic, 12esima testa di serie, con il punteggio di 4-6 6-3 6-2 6-4. Grazie a questo successo il 31enne di Belgrado, ex numero uno del mondo, per tre volte campione ai Championships (2011, 2014 e 2015), ha raggiunto per 44 volte gli ottavi a livello Slam. Meglio di lui solo Federer, imprendibile a quota 61.

Intanto sotto traccia avanza anche Juan Martin Del Potro. Anche l'argentino, quinta testa di serie, si è guadagnato un posto negli ottavi senza lasciare per strada alcun set come Federer e Nadal. Il gigante di Tandil ha travolto il francese Benoit Paire, numero 47 Atp: 6-4 7-6 (4) 6-3. Il tennista sudamericano ha così colto la sua 20esima vittoria sui campi in erba di Wimbledon, record assoluto per un argentino (a 19 era giunto pure David Nalbandian).

Fuori, invece, Alexander Zverev. Il 21enne tedesco, quarta testa di serie, conferma tutte le sue difficoltà nei tornei dello Slam (solo una volta nei quarti al recente Roland Garros). Si era salvato al turno precedente rimontando Taylor Fritz, grazie anche all’interruzione per oscurità della sera precedente, ma stavolta è stato lui a crollare alla distanza contro il lettone Ernests Gulbis, numero 138 della classifica mondiale, passato attraverso le qualificazioni: 7-6 (2) 4-6 5-7 6-3 6-0 per il giocatore di Riga, che compirà 30 anni a fine agosto, ex numero 10 del mondo.

Continuano le sorprese nel torneo femminile: oggi è toccato alla numero uno del mondo Simona Halep, recente trionfatrice a Parigi, uscire di scena al termine di un match in cui ha sprecato tanto. A batterla la cinese di Taipei Su-Wei Hsieh, numero 48 Wta: 3-6 6-4 7-5 dopo che la rumena aveva anche avuto un match point. A conclusione della prima settimana del torneo delle 32 teste di serie al via ne sono sopravvissute solo 7. E delle prime 8 è ancora in gara solo la numero 7 Karolina Pliskova.

Questo il quadro degli ottavi maschili (in programma lunedì):

Federer (Svi, 1) c. Mannarino (Fra, 22), Monfils (Fra) c. Anderson (Rsa, 8), McDonald (Usa) c. Raonic (Can. 13), Isner (Usa, 9) c. Tsitsipas (Gre, 31), Kachanov (Rus) c. Djokovic (Ser, 12), Del Potro (Arg, 5) c. Simon (Fra), Vesely (Cec) c. Nadal (Spa, 2)

Questo il quadro degli ottavi femminili (in programma lunedì):

Su-Wei Hsieh (Tpe) c. Cibulkova (Svc), Ostapenko (Let, 12) c. Sasnovich (Blr), Van Uytcanck (Bel) c. Kasatkina (Rus, 14), Kerber (Ger, 11) c, Bencic (Svi), Kar.Pliskova (Cec, 7) c. Bertens (Ola, 20), Goerges (Ger, 13) c. Vekic (Cro), S.Williams (Usa, 25) c. Rodina (Rus, q), GIORGI (Ita) c. Makarova (Rus)
  Ultimo aggiornamento: 8 Luglio, 01:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA