US Open, esordio ok per Berrettini e Caruso, Sinner fuori con rimpianto

US Open, esordio ok per Berrettini e Caruso, Sinner fuori con rimpianto
di Guido Frasca
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Settembre 2020, 09:28

Parte bene Matteo Berrettini agli US Open che stanno giocando sui campi in cemento della “bolla” di Flushing Meadows. Il 24enne tennista romano, n.8 del ranking mondiale, si è sbarazzato in tre set del giapponese Go Soeda, n.119 ATP: 7-6 (5) 6-1 6-4 in due ore esatte per Matteo, semifinalista a New York lo scorso anno. Prossimo avversario il francese Ugo Humbert, n.42 ATP. Il 22enne di Metz ha vinto l’unico precedente, ma datato, disputato negli ottavi del challenger di Brest nel 2017.

Bene anche Salvatore Caruso, per la prima volta nel tabellone principale degli US Open. Il 27enne palermitano, n.100 Atp, ha battuto 4-6 7-5 7-5 6-2 l’australiano James Duckworth, n.84 Atp. Al secondo turno il tennista siciliano sfiderà lo statunitense Ernesto Escobedo, n.185.

Surreale la partita giocata e persa da Jannik Sinner, n.74 Atp. Il 19enne altoatesino va fuori al primo turno ma con tanti rimpianti. Di fronte c’era la testa di serie numero 11 Karen Khachanov e nei primi due set l’azzurro ha dominato, prima che un infortunio alla schiena e poi i crampi gli impedissero di chiudere una sfida che aveva in mano. Pur condizionato fisicamente dall’infortunio ha comunque lottato fino al quinto set cedendo solo al tie break decisivo: 3-6 6-7 (7) 6-2 6-0 7-6 (4) per il 24enne russo.

Fuori all’esordio Andreas Seppi e Gianluca Mager. Il veterano azzurro, 36 anni e n.89 del ranking (era alla 17esima partecipazione agli US Open), ha ceduto per 4-6 6-3 6-4 7-5 allo statunitense Frances Tiafoe, n.82.

Si è arreso in cinque set Gianluca Mager. Il 25enne sanremese, n.80 Atp e per la prima volta nel main draw a New York, è stato sconfitto per 6-4 6-4 6-7 (6) 3-6 6-2 dal serbo Miomir Kecmanovic, 21 anni e n.47.

Nel tabellone femminile da sottolineare l’esordio positivo di Serena Wlliams. La statunitense, testa di serie numero 3, non è certo apparsa al meglio ma si è imposta per 7-5 6-3 sulla connazionale Kristie Ahn e continua a inseguire il 24esimo titolo Slam in singolare e il primato di Margaret Court.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA