Sinner sfiora l'impresa a Rotterdam: spreca due match point, poi vince Carreno

Venerdì 14 Febbraio 2020
Jannik Sinner

Si ferma nei quarti di finale il sogno di Jannik Sinner, ma il sogno è stato davvero a un passo dal realizzarsi. Al suo primo quarto di finale in un Atp 500, a Rotterdam, il 18enne altoatesino si arrende al più esperto spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 30 della classifica mondiale. Ma dopo avergli messo una gran paura. Sinner, infatti, nel tie-break decisivo si è arrampicato fino al 6-4 con un servizio a favore. A quel punto però Carreno non ha più sbagliato nulla, ha infilato quattro punti di fila ed è andato a vincere: 7-5 3-6 7-6 (8-6) dopo oltre 2 ore e mezza di battaglia. Ottima comunque la prova di Sinner che ha raddrizzato un match che sembrava già perso quando sul 5-4 del terzo set l'iberico è andato 0-40 sul servizio dell'azzurro.

Piatti: «Sinner ha un potenziale enorme: può valere la top ten»

L'alunno di Riccardo Piatti è stato bravo ad annullare tre match points e poi a portare l'incontro al tie-break. Resta il rammarico per la percentuale di conversione delle palle break bassissima: solo 2 su 14 per Sinner, l'unica pecca della sua partita. In ogni caso da lunedì l'azzurro migliorerà il suo best ranking scalando altre undici posizioni, fino al numero 68 della classifica mondiale.      

Sinner da favola: trionfa alle Next Gen Finals di Milano

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi