Errani si arrende nel secondo turno alla francese Mladenovic: fuori anche Bolelli e Napolitano

Mercoledì 31 Maggio 2017 di Angelo Mancuso
E' terminato al secondo turno il Roland Garros di Simone Bolelli, Stefano Napolitano e Sara Errani. Il bolognese ha avuto qualche chance nel primo set contro l'austriaco Dominic Thiem, sesta testa di serie (era avanti 3-0), ma poi si è dovuto arrendere ad uno dei favoriti del torneo: 7-5 6-1 6-3. Nulla da fare anche per il 22enne Stefano Napolitano, partito come Bolelli dalla qualificazioni: 6-3 7-5 6-2 per l'argentino Diego Schwartzman, specialista della terra rossa. Nel secondo parziale il tennista di Biella era avanti 4-2. "Giocare sulla distanza dei cinque set per me è una novità - ha sottolineato il giovane azzurro - il mio avversario era più abituato e nei momenti importanti si è visto, è stato lui a vincere i punti che hanno fatto la differenza. In questo aspetto devo lavorare e crescere per poter competere a questi livelli. Sono sulla strada giusta". Fuori nel torneo femminile Sara Errani, sconfitta da una rivale troppo più potente come Kristina Mladenovic, 13esima testa di serie: 6-2 6-3 per la francese.

Domani c'è il derby azzurro tra Fabio Fognini e Andreas Seppi: l'altoatesino conduce 5-4 nei precedenti, ma il ligure ha vinto le ultime quattro sfide. Torna in campo Paolo Lorenzi, opposto al gigante statunitense John Isner. Avanti senza affanni e con lo stesso punteggio (6-1 6-4 6-3) Rafa Nadal (vittoria numero 74 a Parigi) e Novak Djokovic, che hanno sconfitto rispettivamente l'olandese Robin Haase e il portoghese Joao Sousa. E' invece uscito di scena all'esordio (ieri il match era stato sospeso per l'oscurità) uno dei beniamini di casa, Jo-Wilfried Tsonga, testa di serie numero 11. Ad eliminarlo è stato il 25enne argentino Renzo Olivo, numero 91 Atp: 7-5 6-4 6-7 (6) 6-4.

La cartolina della giornata è del campo 6, dove lo statunitense Steve Johnson, numero 25 del seeding, è scoppiato in lacrime dopo aver superato con il punteggio di 6-2 7-6 (8) 3-6 7-6 (6) Borna Coric al quinto match point e dopo aver annullato quattro set point nel quarto parziale. Un successo che il 27enne tennista californiano ha dedicato al papà scomparso pochi gioeni prima degli Internazionali BNL d'Italia. Proprio per questo Johnson aveva rinunciato al torneo romano.

Dopo la numero uno Kerber, il torneo femminile ha rischiato di perdere la campionessa in carica Garbine Muguruza. La spagnola nata a Caracas, quarta testa di serie, si è trovata sotto di un set e di un break contro la 21enne estone Annet Kontaveitt, numero 53 mondiale. Si è salvata in rimonta con il punteggio di 6-7 (4) 6-4 6-2. Vittoria comoda per Venus Williams: la 37enne statunitense decima testa di serie e alla 20esima partecipazione al Roland Garros, ha battuto per 6-3 6-1 la giapponese Kurumi Nara applaudita in tribuna dalla sorella Serena in dolce attesa. Doppio tie break fatale per Petra Kvitova, che giocava il primo torneo dopo sei mesi di stop: 7-6 (5) 7-6 (5) per l'americana Bethanie Mattek-Sands. La 27enne tennista ceca era stata operata il 20 dicembre scorso alla mano sinistra: era stata vittima di un tentativo di rapina con aggressione nella sua casa di Prostejov e colpita con un coltello subendo la lacerazione dei tendini e lesioni a tutte le cinque dita e a due nervi della mano che usa per giocare. Ultimo aggiornamento: 2 Giugno, 00:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma