Internazionali, Halep nuova regina: la Pliskova si ritira nel secondo set

Lunedì 21 Settembre 2020 di Gianluca Cordella
Internazionali, Halep nuova regina: la Pliskova si ritira nel secondo set

Karolina Pliskova abdica: Simona Halep è la nuova campionessa degli Internazionali Bnl d'Italia. La romena, alla terza finale al Foro Italico, alza la prima coppa del torneo romano. Una bella mano gliela dà l'infortunio della tennista ceca che comincia il match fortemente limitata da un infortunio alla gamba - e infatti incassa un 6-0 rapidissimo - e poi, quando prova a spingere un po' di più, in avvio di secondo, si rende conto che il dolore non può essere gestito e alza bandiera bianca sul 2-1 in favore della numero 2 del mondo e 1 del tabellone. Che in appena 31 minuti si trova regina degli Internazionali e riceve dal destino ciò che le aveva tolto nel 2017, quando un infortunio al piede l'aveva limitata nella prima finale contro Elina Svitolina, cambiando le sorti di un match che l'aveva vista vincere il primo set in scioltezza.

LEGGI ANCHE--> Tennis, torna il pubblico agli Internazionali: mascherine e distanziamento

Nonostante il dolore la Halep portò stoicamente a termine quella finale, così come fece Sara Errani nel 2014, quando finì addirittura in lacrime contro Serena Williams: è dunque questa la prima finale femminile della storia del Foro Italico a essere interrotta da un infortunio. Non si interrompe invece la striscia della campionessa rumena che vince il suo terzo torneo di fila e non perde un match dalla semifinale degli Australian Open di fine gennaio. Dopo quel ko contro Garbine Muguruza, vendicato proprio nei quarti degli Internazionali, la Halep ha vinto a Dubai e, dopo il lockdown, a Praga e Roma. In totale sono 14 match di fila senza sconfitta, mentre il record 2020 parla di 20 vittorie contro 2 soli ko. 

Alla cerimonia di premazione della nuova campionessa sono intervenute anche Carola e Vittoria, le due ragazzine che durante il lockdown avevano regalato un sorriso al mondo con la loro partita a tennis dai tetti delle loro case e che sono state invitate dalla Fit come simbolo di quella voglia di lottare contro le avversità che - spiega la Federtennis - ha contraddistinto quest'anno anche il torneo di Roma. 

LE PAROLE
«Nel 2013 ho iniziato a far parte del tour mondiale da Roma (parti dalle qualificazioni e arrivò fino alla semifinale, dove perse da Serena Williams), poi due ko in finale nel 2017 e 2018 ma ora sono felice e orgogliosa di aver vinto questo torneo così prestigioso - sono le prime parole della campionessa - Ringrazio il pubblico, è stato importante che siate venuti. Mi sono sentita bene, purtroppo so che non è il miglior modo per finire una finale, auguro a Karolina di riprendersi presto e magari di ritrovarci in finale a Parigi. Ringrazio anche gli organizzatori, in questa settimana siamo dovute rimanere sempre in albergo ma mi sono sentita sempre al sicuro».

Ultimo aggiornamento: 16:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA