Federer a Sky: «Wimbledon? Spero di esserci. Berrettini ha un ottimo futuro. La famiglia del tennis è vicina a Peng Shuai»

Federer a Sky: «Wimbledon? Spero di esserci. Berrettini ha un ottimo futuro. La famiglia del tennis è vicina a Peng Shuai»
3 Minuti di Lettura
Sabato 20 Novembre 2021, 21:48

Esclusivo e ruota libera, Roger Federer torna a parlare. E stavolta lo fa ai microfoni di Sky Sport. Il tennis, il futuro suo, con il ritorno in campo, e dei nostri campioncini, Matteo Berrettini e Jannik Sinner soprattutto, ma anche Peng Shuai e le Atp Finals gli argomenti trattati dal quarantenne di Basilea, che non si vede con una racchetta in mano dal 7 luglio a Wimbledon. «È un pò triste, deludente e frustrante ma so che sarebbe servito tanto tempo. Il mio desiderio è continuare a giocare ai massimi livelli, ora però mi concentro sulla riabilitazione, non voglio affrettare i tempi», ha iniziato King Roger. E a proposito del terzo grande Slam stagionale, nonostante la fiducia, non sa se potrà esserci: «Guardando il calendario, sarà complicato giocarci. Però è tra molto tempo, forse c'è una piccola possibilità ma non voglio caricare le aspettative - ha detto -. Quest'anno ho avuto problemi col ginocchio sull'erba. Se ci vado voglio divertirmi».

Poi Torino, con tante sorprese per l'Italia, alcune positive, altre un po' meno. «Ho visto partite bellissime, con il dna italiano che sta dando un valore in più a questo torneo. Peccato per Berrettini, ma Sinner l'ha sostituito al meglio». Il romano, dice ancora, è un «giocatore consolidato nella top ten. Non è più una sorpresa. Deve continuare così, vedo un ottimo futuro per lui. Ci sono ancora big come Djokovic e Nadal, ma ci sarà spazio per i nuovi come lui, Sinner e Musetti. Non dimentico nemmeno Fognini, è un periodo fantastico per il tennis italiano».

Il tennista non nasconde che alle Atp Finals ci sarebbe voluto essere: «Mi sarebbe piaciuto giocare a Torino, vedremo l'anno prossimo». Un pronostico su chi vincerà?: «Novak Djokovic. Alle Olimpiadi forse era eccessivamente aggressivo, ma oggi è sul pezzo. Sa cosa vuole e sa come vincere. Lui ha fatto una carriera incredibile e insieme abbiamo giocato partite fantastiche».

Peng Shuai, i media: «Presto tornerà in pubblico». Ma è ancora mistero

Federer: «Spero che Peng Shuai stia bene, il tennis le è vicino»

L'ex n.1 al mondo si dice infine in ansia per la sorte della collega Peng Shuai: «È stata numero 1 al mondo, indipendentemente da questo spero stia bene e che stia bene la sua famiglia - afferma  Federer -. Tutta la famiglia del tennis è riunita attorno a lei. Sono legato a tutti i giocatori e alle giocatrici. Anche a me mancano i tornei, spero che arrivino presto buone notizie da lei». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA