Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Federer: «Ho rinunciato agli Australian Open per stare con la mia famiglia»

Federer: «Ho rinunciato agli Australian Open per stare con la mia famiglia»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Gennaio 2021, 12:59 - Ultimo aggiornamento: 13:03

Perché Roger Federer ha rinunciato agli Australian Open? Non per motivi fisici legati al suo infortunio, ma più che mai personali. A raccontare la confessione del campione di tennis è Andre Sa, ex giocatore di doppio brasiliano che oggi è direttore delle pubbliche relazioni tra i giocatori del grande Slam di Melbourne.

Federer salta gli Australian Open: rientro a fine febbraio

«Ho parlato con Roger un mese fa - ha detto Sa -. Sarebbe potuto venire in Australia con tutta la famiglia e trascorrere il periodo di quarantena. Il problema è che sua moglie Mirka, come i bambini, non sarebbe potuta uscire da una stanza per quattordici giorni. L’unica eccezione, infatti, riguarda i giocatori. Roger sarebbe potuto uscire, allenarsi e tornare, la famiglia no. E a Mirka non piaceva questa idea. Diversamente Roger sarebbe potuto venire a Melbourne da solo. Ma in tal caso sarebbe rimasto molto a lungo lontano dalla famiglia. Mi ha detto "Ho 39 anni, quattro bambini, ho vinto 20 tornei dello Slam. Per me non è più tempo di stare lontano dalla famiglia più di cinque settimane"».

© RIPRODUZIONE RISERVATA