Impresa di Errani e Pennetta: Italia-Usa 3-2
Le azzurre restano nel tennis che conta

Domenica 19 Aprile 2015 di Guido Frasca
Come ampiamente previsto è stato il doppio a decidere la sfida tra Italia e Stati Uniti valida come play-off per la permanenza nel World Group, che si è giocato sul campo in terra rossa allestito al Circolo Tennis Brindisi davanti ad oltre 4mila spettatori (c’era il tutto esaurito).

Hanno vinto le azzurre per 3-2: Sara Errani e Flavia Pennetta ha rifilato un eloquente 6-0 6-3 in 57 minuti alla coppia formata da Serena Williams e Alison Riske.

La giornata si era aperta con il successo di Serena contro una coraggiosa Errani. La romagnola, tatticamente perfetta l’ha messa sulla lotta pura ed è stata capace di tenere in campo per due ore e mezza la numero uno del mondo, imbattuta nel 2015 e contro la quale aveva perso nei sette precedenti racimolando appena un set. E’ mancato davvero poco, due punti per l’esattezza, a Sara per centrare un’impresa memorabile. L’azzurra ha approfittato dell’inizio sotto tono della statunitense, innervosita non poco dal vento.

Nel nono game con uno splendido drop-shot Sara si è procurata una palla-break che Serena ha cancellato con un ace. La 27enne romagnola ha però strappato il servizio alla Williams nel nono game, quindi ha tenuto a zero il proprio turno di battuta facendo sup il primo set per 6-4. Solo una volta nei precedenti 12 singolari giocati in Fed Cup (è imbattuta) l’americana aveva ceduto un set: era il 2012 e giocava contro la bielorussa (anche in quel caso si trattava del set d’apertura). Grande equilibrio anche nel secondo parziale: 2-0 Williams, rimonta della Errani e tie break: 6-1 per la statunitense, quindi 7-3.

Nel terzo e decisivo set l’equilibrio si è spezzato sul 3-3, quando Serena ha alzato decisamente il livello infilando tre game consecutivi con un parziale di 10 punti a zero, chiudendo 6-3.

A rimettere il match in parità era stata Flavia Pennetta, attesa con ansia dai suoi concittadini (è nata a Brindisi). Un doppio 61 in meno di un’ora con Christina McHale sempre in balia dell’avversaria. Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 13:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nasce il corso di Osservatore per guardare bene le partite

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma