Wimbledon, la stampa mondiale celebra Djokovic e Federer

Lunedì 15 Luglio 2019

Epica, storica, memorabile: la finale più lunga dei Championships, vinta da Novak Djokovic, è stata celebrata da tutti quotidiani al mondo, come «una delle più belle di sempre». Nonostante il trionfo dell'Inghilterra nella finale di Coppa del Mondo di cricket, anche i quotidiani di Sua maestà hanno dedicato ampio spazio al quinto successo di Djokovic all'All England Club. Tutti, tranne l'autorevole Times, che si è limitato a dare la notizia, pronosticando che il serbo possa in futuro superare il record di 20 Slam dello stesso Roger Federer. Se il Guardian ha consegnato «alla storia» il match sul Centrale, per la sua intensità e spettacolari, il Daily Mail lo ha decritto come «epico», «storico» secondo il tabloid Sun. Ma l'epilogo di Wimbledon ha catturato l'interesse anche della stampa internazionale, a cominciare dal francese Equipe che ha definito i due finalisti «supereroi». Stessi toni enfatici per il quotidiano spagnolo Marca, di fronte ad un match lungo poco meno di cinque ore, e dunque «memorabile». Nell'analisi del New York Times viene sottolineato come nonostante la stragrande maggioranza del pubblico del Centrale fosse per Federer, sia stato infine Djokovic a vincere: «Il pubblico ruggisce per Federer e Djokovic zittisce il rumore» titola il New York Times. Titoli trionfalistici, ovviamente, per Djokovic in patria, dove viene incoronato «re del tennis» (Blic). «Una vittoria storica» il titolo di un altro quotidiano serbo (Danas), imitato da un giornale sportivo croato che per una volta dimentica la storica rivalità tra le due nazioni per definire, a caratteri cubitali, «In-cre-di-bi-le», il 16esimo Slam di Djokovic.

Ultimo aggiornamento: 17:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma