Coppa Davis, l'Australia abbandona, l'Italia eliminata

Giovedì 21 Novembre 2019

Eliminati. Polemiche per gli orari e la beffa dell'addio. L'Italia è fuori dalla Coppa Davis, ancor prima di terminare la sfida con gli Stati Uniti. L'Australia ha infatti abbandonato il suo doppio, regalando al Belgio un 6-0 6-0 che esclude matematicamente gli azzurri dalla possibilità di un ripescaggio. Gli Usa hanno comunque chiuso la sfida con l'Italia vincendo 2-1 nel gruppo F: dopo il successo di Fabio Fognini ed il ko di Matteo Berrettini è arrivata la sconfitta nel doppio, con Simone Bolelli e Fognini che hanno ceduto a Sam Querrey e Jack Sock dopo tre set: 6-7(4-7) 7-6(7-2) 6-4 il punteggio.

«Pochi punti hanno fatto la differenza. Questo nuovo format non ci ha portato fortuna. I ragazzi hanno dato tutto, abbiamo finito alle 4 del mattino. Questa è una squadra forte, ci riproveremo». Così Corrado Barazzutti ha commentato ai microfoni di SuperTennis la sconfitta in doppio di Simone Bolelli e Fabio Fognini. «Di questa Davis rimane un pò di delusione. Abbiamo perso due match che si potevano vincere, molto equilibrati. Siamo andati vicini a vincere. Hanno lottato con tutto quello che avevano, la prossima volta andrà meglio» ha detto poi a Rai Sport. «In termini di organizzazione -secondo Barazzutti- dovranno prepararsi a fare delle piccole modifiche. C'è stata per esempio la rinuncia del Canada con gli Usa nel doppio, e non è corretto in un girone come questo in cui contano tutti i punti. Anche l'Australia oggi non ha giocato il doppio e questo porta dei disequilibri in un girone all'italiana. Non va bene, poi orari come questi, con partite alle quattro del mattino... Vanno riviste per il bene della Coppa Davis. La Davis -ha concluso il capitano azzurro- si merita un format migliore e più rispetto per i giocatori, che vanno messi nelle condizioni migliori per scendere in campo»

Ultimo aggiornamento: 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma