Berrettini, la dedica che non ti aspetti... al farmaco: «Stavo malissimo con lo stomaco»

Berrettini, la dedica che non ti aspetti... al farmaco: «Stavo malissimo con lo stomaco»
di Gianluca Cordella
2 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Gennaio 2022, 11:37

Vittoria sofferta con la dedica che non ti aspetti. Matteo Berrettini comincia con un successo in rimonta il suo percorso agli Australian Open e impiega più di tre ore per domare il volenteroso statunitense Brandon Nakashima. Che gli ha creato non pochi grattacapi ma che divide i “meriti” per aver impegnato così a lungo un top ten con i problemi intestinali di cui è stato vittima il tennista romano nelle ultime ore. Per questo la consueta dedica di fine match di Berrettini, quella che si merita anche la scritta sulla telecamera, Matteo l’ha rivolta al celebre farmaco che gli ha permesso di rimanere in campo e di avere meglio sul numero 68 del mondo. E non solo su di lui.

Australian Open, già finita l'avventura di Caruso: Kecmanovic vince in tre set. Avanti Berrettini e Sonego, eliminato Fognini

«Non mi sentivo bene con lo stomaco. È stato davvero difficile giocare, soprattutto nel terzo e quarto set. Stavo giocando una gran partita contro Brandon. Mi sono detto che dovevo lottare e fare del mio meglio e alla fine ho vinto. Sono veramente felice», le sue parole.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA