Australian Open, trionfo della Osaka

Sabato 26 Gennaio 2019 di Guido Frasca

Secondo titolo Slam di fila e prima posizione mondiale. Da New York a Melbourne la favola di Naomi Osaka, 21enne tennista del Sol Levante, continua. La giapponese, quarta testa di serie, ha superato in finale la ceca Petra Kvitova, testa di serie numero 8, in tre set: 7-6 (2) 5-7 6-4 dopo due ore e mezza. Un match bellissimo, appassionante, una delle finali femminili di Slam più belle degli ultimi anni. Una sfida che sembrava finita quando la Kvitova sotto di un set e 5-3 per la Osaka nel secondo ha annullato ben tre match point di fila al turno di battuta. Da quel momento l'inerzia è girata: quattro game di file della 28enne ceca e 7-5 grazie anche a due doppi falli della tennista asiatica. Tutto rinviato al terzo set.

La Osaka non ha accusato il colpo dimostrando un carattere e una lucidità straordinaria per una tennista così giovane: è scappata sul 3-1, nel sesto, dopo aver salvato con una prima una palla break, ha difeso il vantaggio (4-2). Nel settimo game Petra ha recuperato ancora una volta dallo 0-40, ma nel decimo gioco, avanti 5-4, la Osaka è tornata a servire per il match e non ha fallito.

Da lunedì la 21enne giapponese sarà la nuova numero uno del tennis femminile scavalcando Simona Halep, superata anche dalla Kvitova terza. La Osaka è la prima tennista asiatica di sempre, uomo o donna, la più giovane da Caroline Wozniacki nel 2010, ad arrivare al vertice.

Ultimo aggiornamento: 19:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare e lavorare, vita da nomade digitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma