Verissimo, Immobile giura amore alla Lazio: «Ho dato troppa importanza a pochi tifosi. Futuro? Non mi vedo in Arabia»

Il capitano biancoceleste torna a parlare delle polemiche delle ultime settimane

Verissimo, Immobile giura amore alla Lazio: «Ho dato troppa importanza a pochi tifosi. Futuro? Non mi vedo in Arabia»
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Domenica 22 Ottobre 2023, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 21:59

Dopo la vittoria contro il Sassuolo con tanto di ritorn in campo, Ciro Immobile è tornato a parlare e lo ha fatto ai microfoni di Verissimo: «L’infortunio per fortuna è alle spalle. Mi dispiace aver saltato le partite con la Lazio e la Nazionale. Ora abbiamo la possibilità di raggiungere Euro 2024 – ha detto in apertura il capitano biancoceleste – e ce la metteremo tutta per riuscirci. Vedermi con queste due maglie è sempre emozionante».

Lazio, il dietrofront di Immobile: «Ho dato troppo peso a pochi»

Poi l’attaccante è tornato sulle polemiche dell’ultimo periodo: «La Lazio è e sarà sempre nel mio cuore. Ho fatto tante bellissime cose. Ultimamente è uscita una mia intervista – rilasciata al nostro giornale – Probabilmente ero deluso di alcune cose che erano state dette, ma è stato un errore mio a dare importanza a pochi, mentre il resto della gente che mi ama non ha mai pensato di tradirmi e viceversa».

E ancora: «Poi non direi mai di andare via dalla Lazio in un’intervista sul giornale, non è nella mia cultura professionale e di vita».

Immobile: «Non vedo l'Arabia Saudita nel mio futuro»

Ciro al momento chiude le porte anche all’Arabia Saudita: «Per ora non mi sento di dire che raggiungerò Mancini. Mi godo questo momento e vado avanti per questa squadra». C’è spazio anche per un ringraziamento alla famiglia che lo ha sempre supportato: «In questi casi c’è bisogno di genitori che ti diano la spinta per inseguire i propri sogni. Mio padre ha vissuto in me quello che era il suo sogno. Mia mamma quando mi sono trasferito a Torino ha sofferto. Se sono arrivato qui lo devo a loro». Infine sui complimenti ricevuti: «Mi fanno tanti complimento per l’uomo che sono e questo mi fa maggiormente piacere», e un pensiero sul caso scommesse: «È un dispiacere per tutti. Siamo consapevoli che questi ragazzi hanno bisogno di aiuto. La giustizia sta facendo il suo corso, ma quello che conta è che vengano riabilitati senza essere messi alla gogna. Spero che con la ripartenza del campionato le polemiche vadano a scemare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA