Rugby, i 31 azzurri di O'Shea per la Coppa del Mondo in Giappone: il record del capitano Parisse

Lunedì 19 Agosto 2019 di Paolo Ricci Bitti
Rugby, i 31 azzurri di O'Shea per la Coppa del Mondo in Giappone: il record del capitano Parisse

La migliore Italia mai vista ai Mondiali (condivisibile mantra del ct O'Shea) sarà il distillato dal 22 settembre in Giappone del gruppo dei 31 convocati resi noti ieri dopo la spumeggiante mareggiata azzurra contro la Russia (85-15) di sabato nel Cattolica test match di San Benedetto del Tronto. Il blocco è logicamente quello del Benetton Treviso (15 elementi), poi le Zebre (10). E in 23 saranno alla loro prima coppa del mondo, una fiammella per il futuro, insomma, O'Shea continua ad alimentarla.

LEGGI ANCHE: Rugby, l'Italia asfalta la Russia a San Benedetto 85-15
LEGGI ANCHE: Rugby, gli azzurri di O'Shea e Parisse ingaggiano Leonardo da Vinci sulla strada dei Mondiali in Giappone - I 4 test match estivi

Fra i rarissimi noti esclusi mancano - di fatto - solo il noto infortunato Violi e il multiruolo trequarti McKinley, giacché si sa che il ct dell'Italia non nuota mai nell'abbondanza, ma a ogni modo l'irlandese ha comunque scelto la linea della prudenza pescando 18 avanti e 13 trequarti. Si è preoccupato soprattutto di avere maggiori opportunità di scelta per i primi cinque uomini della mischia fra i quali ci sarà il veterano tallonatore Leonardo  Ghiraldini, sulla strada di un prodigioso recupero dopo il terrificante crack a un ginocchio nell'ultimo Sei Nazioni.

In Giappone O'Shea dovrà dosare le forze perché i primi due superabilissimi ostacoli, Namibia e Canada, arrivano però nel giro di soli 4 giorni: quindi sarà necessario, oltreché doveroso, non solo vincere largamente rastrellando bonus, ma anche presentarsi contro il Sud Africa con la formazione più fresca e rodata agli ordini di Parisse che nel frattempo sarà diventato il terzo giocatore della storia ad avere disputato 5 mondiali dopo Mauro Bergamasco e Brian Lima.

Eppoi, certo anche la migliore Italia di sempre alla Coppa del Mondo avrà il pronostico un tantino avverso contro il Sud Africa trionfatore nel Championship Sud e quindi contro gli All Blacks giusto ieri detronizzati dal primo posto nel ranking da un fiammeggiante Galles, ma si sa che la speranza e la fede non mancano mai in casa O'Shea e in quelle di chi continua ad appassionarsi al tentativo dell'Italia di scalare posizioni fra le grandi. A ogni modo è stato persino entusiasmante vedere sabato la verve invero internazionale di azzurri quali Minozzi (eccezionale il recupero dopo un anno di stop per un ginocchio sbriciolato), Polledri, Sisi, Styen, Allan, Campagnaro, Morisi e la velocità del mediano Braley guidati da Parisse, ormai allenatore in campo, che peraltro non esclude, reggesse il fisico di 36enne, di regalarsi/ci anche il prossimo Sei Nazioni. Magari.
Paolo Ricci Bitti

I convocati. Piloni: Ferrari, Lovotti, Pasquali, Quaglio, Riccioni, Zani. Tallonatori: Bigi, Fabiani, Ghiraldini. II Linee: Budd, Ruzza, Sisi, Zanni. 6,7,8: Mbandà, Negri, Parisse, Polledri, Steyn. M.m.: Braley, Palazzani, Tebaldi. M.a.: Allan, Canna. Centri: Benvenuti, Campagnaro, Morisi. Ali/Estremi: Bellini, Bisegni, Hayward, Minozzi, Padovani.

Il calendario 
Test match: Francia-Italia, 30 agosto, ore 21.10, Rai2. Inghilterra-Italia, 6 settembre, ore 20.45 (SkySport).

Coppa del mondo (Rai2):Italia-Namibia, 22 settembre, Osaka, ore 7.15; Italia-Canada, 26 settembre, Fukuoka, ore 9.45; Sudafrica-Italia, 4 ottobre, Shizuoka, ore 11.45; Nuova Zelanda-Italia, 12 ottobre, Toyota City, ore 6.45 in Italia.
 

Ultimo aggiornamento: 20 Agosto, 01:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

​Rifiuti e bus in tilt, trauma da ritorno dalle vacanze

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma