Rugby Sei Nazioni, Scozia e Galles puntano al bis, esame irlandese per la Francia

Rugby Sei Nazioni, Scozia e Galles puntano al bis, esame irlandese per la Francia
di Christian Marchetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Febbraio 2021, 17:35

All'Italia di Franco Smith toccherà nuovamente inaugurare il sabato di Sei Nazioni. E ne parliamo a parte. Tra sabato 13 febbraio, e domenica saranno scritte altre pagine importanti nella storia del Championship 2021. A Murrayfield, la Scozia ospita il Galles e sarebbe un errore imperdonabile, per gli Highlanders, partire già appagati dopo quella vittoria in casa degli inglesi attesa 38 anni. Così come per i Dragoni sarebbe un crimine pensare di aver sconfitto tutti i fantasmi del passato oltre all'Irlanda, al primo turno. Irlanda che, nel posticipo domenicale, dovrà fare i conti contro una Francia che più affamata non si può. Classifica alla vigilia della seconda giornata (tra parentesi la differenza punti): Francia 5 (+40); Galles e Scozia 4 (+5); Irlanda e Inghilterra 1 (-5); Italia 0 (-40).

Edimburgo, Murrayfield
Sabato 13 febbraio 2021, ore 17.45 (it.), diretta tv MotorTrend
SCOZIA-GALLES
SCOZIA: Hogg (c); D. Graham, Harris, Lang, Van der Merwe; Russell, Price; Fagerson, Watson, Thomson; J. Gray, Cummings; Fagerson, Turner, Sutherland. All.: Townsend.
A disposizione: Cherry, Kebble, Nel, R. Grey, G. Graham, Steele, Van der Walt, Jones.
GALLES: Halfpenny; Rees-Zammit, Watkin, Tompkins, L. Williams; Biggar, Davies; Faletau, Tipuric, Wainwright; A.W. Jones (c ), Beard; Francis, Owens, W. Jones. All.: Pivac.
A disposizione: Dee, R. Jones, Brown, Rowlands, Botham, Hardy, Sheedy, Halaholo.
ARBITRO: Carley (Inghilterra).

Reduce dalla durissima battaglia contro l'Irlanda, pur giocando per più di un'ora con l'uomo in più, il Galles fa visita a una Scozia che invece punta alla quinta vittoria consecutiva nel Sei Nazioni. Circostanza che non si verifica dal 1984, nell'allora Cinque Nazioni. I precedenti delle ultime quattro sfide nel Championship dicono 3-1 per i Dragoni. La vittoria scozzese risale all'ottobre scorso, nel recupero del match rinviato causa Covid. Problema infortuni per entrambe le contendenti: elementi del calibro di Redpath (uno dei migliori a Twickenham), Ritchie e Maitland per i padroni di casa; North (determinante contro il XV del Trifoglio), Navidi e Johnny Williams dall'altra parte.

Dublino, Aviva Stadium
Domenica 14 febbraio 2021, ore 16 (it.), diretta tv MotorTrend
IRLANDA-FRANCIA
IRLANDA: Keenan; Earls, Ringrose, Henshaw, Lowe; Burns, Gibson-Park; Stander, Van der Flier, Ruddock; Henderson (c), Beirne; Porter, Herring, Healy. All.: Farrell.
A disposizione: Kelleher, Byrne, Furlong, Dillane, Connors, Casey, Byrne, Larmour.
FRANCIA: Dulin; Penaud, Vincent, Fickou, Villiere; Jalibert, Dupont; Alldritt, Ollivon (c), Jelonch; Willemse, Le Roux; Haouas, Marchand, Baille. All.: Galthié.
A disposizione: Bourgarit, Kolingar, Atonio, Taofifenua, Cretin, Serin, Bouthier, Thomas.
ARBITRO: Pearce (Inghilterra).

Il ct dell'Irlanda Farrell deve fare a meno della mediana titolare. Il capitano Sexton, colpito alla testa durante la gara col Galles (così come Ryan), lascia spazio all'apertura a Burns, autore del tragico errore di una settimana fa, all'85', sparando oltre la linea di meta la possibile "penal-touche" della vittoria. Out anche Murray per un problema al bicipite femorale, mediano di mischia sarà Gibson-Park. Henderson il capitano. Confermatissimo nella Francia di Galthié il mediano di mischia Dupont, monumentale castigatore dell'Italia. I cambi riguardano sia i trequarti, con Penaud al posto di Thomas, sia gli avanti, con Jelonch in terza linea a rilevare Cretin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA