Francia-show a Saint Denis, i ragazzi di Galthié strapazzano i veterani vicecampioni del mondo inglesi 24-17

Domenica 2 Febbraio 2020 di Christian Marchetti
Francia-show a Saint Denis, i ragazzi di Galthié strapazzano i veterani vicecampioni del mondo inglesi 24-17
Ecco fatto. Adesso, cara Italia, vai a sfidare questa Francia. Una Francia che all'Inghilterra vicecampione del mondo lascia solo le lacrime. Allo Stade de France, i giovani eroi di Fabien Galthié vincono 24-17 e strappano 4 punti in classifica. Punteggio che comunque non dice abbastanza su una gara, il famoso "Le Crunch", dominato da una squadra con tante opportunità in attacco ed è sorretta da una terza linea stupefacente, che placca anche le ombre, recupera centinaia di palloni e si permette anche il lusso di segnare punti. Tante indicazioni, troppe rispetto a quelle che si prevedevano alla vigilia, di cui il ct azzurro Franco Smith dovrà tener conto domenica prossima. 
Cambio dell'ultimo minuto nella Francia: al posto di Penaud c'è Rattez ed è proprio quest'ultimo a sbloccare il punteggio. L'Inghilterra di Eddie Jones, da stasera meno tronfio del solito, porta in avanscoperta gli otto del pacchetto ma non trova punti. Alla prima sortita in attacco, i Bleus rispondono invece entrando a 200 all'ora nella ventidue inglese, Dupont pesca Thomas bravissimo a creare spazio sull'asse centrale, ovale a Ntamack che si sposta sulla sinistra incrociando splendidamente con la sua ala sinistra: 7-0 e tanti, giustissimi applausi. Che si moltiplicano dieci minuti dopo, al 16', quando alla seconda apparizione dalle parti degli inglesi i transalpini ottengono un piazzato per "mani in ruck": Ntamack ne mette altri tre sul tabellone. I padroni di casa oppongono una difesa impenetrabile e dinamica, a un magnifico Alldritt il lavoro sporco nelle ruck. L'inglese Tuilagi, infortunato, deve lasciare anzitempo la compagnia e i Galletti, sempre più cinici, continuano a premere. Partendo dalla loro linea dei dieci metri arriva la folata che vede Ollivon chiudere sul lato sinistro per la meta del 15 (poi 17 con la trasformazione di Ntamack da posizione difficile) a 0. Detto della magnifica retroguardia francese, l'Inghilterra sbaglia comunque troppo in attacco. Farrell, soprattutto, è irriconoscibile.
Gli ospiti provano a smentire le righe appena scritte in apertura di ripresa, puntando sempre sugli avanti. A tirare la carretta il sempre dinamico Itoje e i muscoli di Sinkler. Per le maglie bianche, tuttavia, l'esito è sempre lo stesso: sbattere contro le maglie blu, oppure perdere inopinatamente l'ovale. La Francia non è però solo difesa. Cresce gradualmente, ritrova i punti fermi del primo tempo e Ollivon, ancora sulla sinistra, al 55' affonda per la sua seconda meta approfittando di un'imprecisione dei placcatori avversari. Gli inglesi non ci stanno, "rosicano" come si direbbe alla romana e scoppia pure una piccola rissa. "Non sono cose belle da vedere", dice ai due capitani l'arbitro Owens. E per gli ospiti "non è una cosa bella da vedere" nemmeno il 24-0 sul tabellone. Bella, finalmente per la partita, è allora la reazione: i britannici entrano nella metà campo avversaria, Youngs serve May che scavalca la linea nemica con un calcetto e va a schiacciare in meta: 24-7 con i due addizionali di Farrell. E non è una segnatura da poco, perché nel frattempo la mischia francese cala per l'incredibile mole di lavoro offerta, l'attacco british ne approfitta e porta per la seconda volta May oltre la linea più importante: 24-14. L'ultimo quarto d'ora è una caccia alla volpe con il machete. I transalpini tengono ed è puro orgoglio; riescono anche a evitare la meta dopo un ingresso sotto i pali di Kruis, il cui ovale viene tenuto alto. Finisce con i Bleus che festeggiano in campo e il povero Farrell, all'82', a mettere il calcio del 24-17 che vale il punto di bonus difensivo. Briciole, le uniche disponibili oggi a Parigi.

Classifica dopo il primo turno del Sei Nazioni 2020: Galles 5; Francia e Irlanda 4 (stessa differenza punti); Inghilterra e Scozia 1 (idem); Italia 0.    

6' - m - Rattez 5-0
6' - tr - Ntamack 7-0
16' - cp - Ntamack 10-0 
20' - m - Ollivon 15-0
20' - tr - Ntamack 17-0
---
55' - m - Ollivon 22-0
55' - tr - Ntamack 24-0
57' - m - May 24-5
57' - tr - Farrell 24-7
65' - m - May 24-12
65' - tr - Farrell 24-14 
82' - cp - Farrell 24-17  Ultimo aggiornamento: 21:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma